X


Luisella Costamagna lascia Servizio pubblico: “Una scelta sofferta ma inderogabile”

Scritto da , il Gennaio 20, 2013 , in Personaggi Tv Tag:, ,

text-align: center”>Michele Santoro: la Costamagna lascia Servizio pubblico

Luisella Costamagna lascia Servizio pubblico: quella che fino a ieri era solo una voce oggi è ormai ufficiale. La giornalista si è smarcata da Michele Santoro e dal suo programma e la decisione è definitiva. La conferma è arrivata dalla stessa giornalista, che giovedì scorso non si era presentata in puntata: un segnale chiaro della rottura in corso col programma. Non solo. Secondo Dagospia, la Costamagna avrebbe comunicato a Santoro la sua scelta con un sms piuttosto eloquente: “Non me la sento di continuare“. Voci di corridoio che, secondo Il Messaggero, erano il preludio al divorzio con Santoro e ad un probabile ritorno in Rai, forse alla guida di Agorà, che presto rimarrà orfana di Andrea Vianello.

Luisella Costamagna non divulga i dettagli del suo addio a Servizio pubblico, ma in una dichiarazione all’Ansa conferma che non sarà più parte del cast fisso del programma di La7:

Ho deciso di interrompere la collaborazione con Servizio Pubblico. Una decisione sofferta ma inderogabile, partita direttamente da me, ma i cui dettagli non ho intenzione assolutamente di rendere pubblici“. 

[nggallery id=7270]

Luisella Costamagna smentisce allo stesso tempo un suo imminente ritorno in Rai. La decisione di lasciare Michele Santoro, spiega la giornalista, non è legata ad altre proposte lavorative. Quel che è certo è che il divorzio si è consumato dopo la puntata di Servizio pubblico che ha visto protagonista Silvio Berlusconi: anche se la giornalista non spiega le motivazioni del suo abbandono, la causa sembra essere il poco spazio concessole durante la puntata-evento di giovedì 10 gennaio. Ad ogni modo, le voci che la vorrebbero nuovamente vicina a Viale Mazzini sono da considerarsi infondate, come ha spiegato la stessa Costamagna all’Ansa:

Ci tengo però a precisare che non ho al momento altri progetti televisivi, dunque la mia è una scelta ragionata non certo un mero calcolo“.

Foto: Lapresse