X


Silvio Berlusconi a RTL 102.5 (video): “Vado da Michele Santoro, sono un guerriero”

Scritto da , il Gennaio 7, 2013 , in Personaggi Tv Tag:, ,

text-align: center”>Silvio Berlusocni va a Servizio pubblico

Silvio Berlusconi invade l’etere con ogni mezzo: l’ultima apparizione in ordine di tempo è quella radiofonica a RTL 102.5, ospite negli studi di Milano e dunque anche in radiovisione sul canale 36 del digitale terrestre e 750 di Sky. Il Cavaliere ha sciolto la riserva sulla coalizione di centrodestra che si presenterà alle prossime elezioni, annunciando di aver trovato in nottata l’accordo con la Lega Nord di Maroni, che sarà il candidato comune per la Regione Lombardia, mentre il Cavaliere si conferma “leader della coalizione dei moderati. Non sarà lui però il candidato alla presidenza del Consiglio, ma lancia il suo delfino Angelino Alfano a Palazzo Chigi: “E’ il più adatto, ha addirittura 40 anni meno di me!“. Piuttosto, Berlusconi si propone come Ministro dell’Economia, ponendosi l’obiettivo di riparare quelli che considera gli effetti disastrosi dell’esecutivo Monti.

Silvio Berlusconi recita a memoria il suo copione: gli attacchi a Monti, le critiche al Presidente della Repubblica e alla Corte Costituzionale, l’auspicio che si possa presto cambiare la Costituzione. Poi il Cavaliere concede anche qualche interessante novità, come la posizione sulle unioni di fatto. Al direttore di Rtl che gli chiede se sia d’accordo al loro riconoscimento giuridico, anche per le unioni omosessuali, l’ex premier risponde sì con la testa e spiega: “Se si ha una maggioranza che consente di cambiare il codice civile“. Poi annuncia che la tanto attesa ospitata a Servizio pubblico di Michele Santoro ci sarà…

 

Silvio Berlusconi è convinto di recuperare consensi soprattutto grazie alla massiccia presenza in televisione. per questo ha accettato l’invito di Michele Santoro a presentarsi nella puntata del 10 gennaio di Servizio pubblico in onda su La7 (quella stessa rete che, a suo dire, lo “attacca dalla mattina alla sera“). Il conduttore lo aveva invitato con un messaggio durante l’ultima trasmissione dello scorso anno, quando già erano in corso contatti con lo staff del leader Pdl. Oggi Berlusconi ha confermato di aver accettato l’invito: “Sono disposto a tutto. Vado da Santoro perchè è l’unico che mi ha offerto un ‘prime time’. Non ho niente da nascondere e sono di natura un guerriero. Gli altri hanno molta strizza“. Un’esigenza data anche dalla necessità di bilanciare il grande protagonismo dle centrosinistra ottenuto grazie alle primarie: “Dicono che occupo le tv, invece sono stato totalmente assente per 13 mesi e sono in credito con il Pd, che con le primarie è apparso per 124 ore“. Il Cavaliere ha anche precisato che farà comizi in piazza e ha dato la sua disponibilità ad un confronto radiofonico con Mario Monti e Pier Luigi Bersani.