X


Silvio Berlusconi o Angelino Alfano: è giallo su chi andrà a Ballarò

Scritto da , il Gennaio 21, 2013 , in Personaggi Tv Tag:,

text-align: center”>Silvio Berlusconi e Angelino Alfano a Ballarò

Silvio Berlusconi è convinto che la sua offensiva mediatica stia facendo bene al suo partito e i sondaggi sembrano dargli ragione: anche se il presidente del Pdl non è il candidato premier della coalizione di centrodestra, il protagonista indiscusso della rimonta in atto è certamente lui. E anche se sarà il segretario Angelino Alfano, in caso di vittoria, ad essere indicato come Capo del governo, le prossime settimane di campagna elettorale saranno certamente affidate all’abilità persuasiva del Cavaliere. Per questo, secondo Repubblica, nel Pdl sarebbe in corso uno scontro tra il segretario del partito e il capo della coalizione di centrodestra: il nodo da sciogliere, neanche a dirlo, riguarda la tv. Chi tra Angelino Alfano e Silvio Berlusconi sarà ospite di Ballarò?

Il programma di Rai3 ha già ospitato Pierluigi Bersani, mentre Mario Monti è atteso nella puntata di martedì 22 gennaio. Non si tratta del solito intervento nel talk show, ma di interviste di venti minuti circa proposte a fine puntata, dove il conduttore Giovanni Floris pone delle domande al candidato premier di turno su programmi, alleanze e liste. E qui, secondo il quotidiano Repubblica, sarebbe scattato il problema: se Alfano è designato come premier, ma è Berlusconi il leader della coalizione, nonchè grande mattatore della campagna elettorale in corso, chi dei due risponderà all’invito di Floris a rappresentare il centrodestra?

[nggallery id=7309]

Silvio Berlusconi sarebbe intervenuto personalmente sulla questione: Angelino Alfano, già contattato dalla redazione e disponibile ad accettare la chiamata di Floris, sarebbe stato frenato proprio dal Cavaliere. La motivazione è semplice: nell’ultimo mese il presenzialismo record di Berlusconi (certificato dall’Autorità Garante per le Comunicazioni) avrebbe dato i suoi frutti in termini di recupero di consensi. Dunque, meglio evitare passi falsi e continuare sulla stessa linea. Anche perchè, lo stesso Berlusconi ha più volte fatto notare come Alfano sia competente e preparato, ma ancora “acerbo” sotto il profilo carismatico. Il dualismo va risolto entro la prossima settimana: secondo Repubblica, Floris spera che sia lo stesso Pdl a decidere chi mandare in trasmissione.