X


Elezioni politiche 2013, il Movimento 5 Stelle premiato dalla rete secondo Blogmeter

Scritto da , il Febbraio 25, 2013 , in Personaggi Tv Tag:,
Grillo leader M5S

text-align: center”>Grillo leader M5S

ELEZIONI POLITICHE 2013, EXPLOIT DEL MOVIMENTO 5 STELLE – Mentre continuano gli spogli di queste elezioni politiche 2013 (che stiamo seguendo in diretta con voi) il primo dato reale è il grande exploit del Movimento 5 Stelle che in molte Regioni si classifica come primo partito italiano. Il testa a testa al Senato tra Pd e Pdl invece fa presagire una presunta ingovernabilità per l’Italia, che continua (almeno in parte) a sostenere Silvio Berlusconi. E in queste elezioni, c’è da dire, che il web ha avuto un enorme peso per quanto riguarda il voto, e lo conferma Blogmeter, che ha analizzato le analisi del voto raccogliendo 34.017 intenzioni elettorali provenienti da 22.456 autori unici, nel periodo dall’11 al 25 febbraio.

Secondo i rilevamenti dell’azienda il Leader delle preferenze è proprio lui, Beppe Grillo e il suo Movimento 5 Stelle  che ha registrato il maggior numero di “voti virtuali” provenienti da autori unici ossia 10.311, con forti  tassi di crescita col l’avvicinarsi dell’appuntamento elettorale. Il secondo posto  ha visto Bersani e il PD con 4.564 intenzioni di voto uniche e al terzo Berlusconi ed il PDL con 3.031 seguito da Monti (1.720), Giannino (1.434) e Ingroia (1.241). Dunque un risultato schiacciante quello di Grillo, che come sappiamo ha basato la sua campagna elettorale sia sulla rete che nelle piazze italiane con il suo Tsunami Tour

E i voti virtuali, in ogni caso si avvicinano abbastanza a quelli delle proiezioni parziali anche se sarebbe semplicistico, come dice Vincenzo Cosenza, social media strategist di Blogmeter  classificare questi risultati come effettive previsione di voto. “I ‘navigatori’ italiani non sono rappresentativi dell’intera popolazione – ha dichiarato – ma ciò che si può evincere non è meno interessante. Anche se il peso delle intenzioni di voto verso Grillo può risultare sovrastimato, in ragione di una possibile maggiore propensione alla condivisione dei suoi sostenitori, la loro ampiezza e nettezza, anche molti giorni prima del voto, indica sicuramente un elemento di novità che avrà un impatto evidente sul risultato elettorale”.