X


Festival di Sanremo 2013, il flash mob di Luciana Littizzetto per le donne: “L’amore con la violenza non c’entra niente”

Scritto da , il Febbraio 14, 2013 , in Festival di Sanremo Tag:,

text-align: center”>Luciana Littizzetto: flash mob al Festival di Sanremo

SEGUI LA DIRETTA DEL FESTIVAL DI SANREMO SU LANOSTRATV.IT

Luciana Littizzetto lo aveva annunciato questa mattina: “Stasera con 200 ragazze all’Ariston faremo un flash mob contro la violenza sulle donne“. Nel giorno di San Valentino è arrivata anche sul palco dell’Ariston la campagna mondiale contro la violenza sulle donne che ha invitato un milione di persone nel mondo a scendere in piazza per ballare e protestare contro tutti i tipi di abusi nei confronti delle donne. Ci ha pensato Luciana Littizzetto a portare questo delicato tema a Sanremo: l’ha fatto con un monologo diviso in due parti speculari, una comica l’altra decisamente seria, spiegando perchè noi donne amiamo gli uomini nonostante i loro insopportabili difetti e perchè, viceversa, non c’è amore nella violenza, anche in quella mascherata da una forma d’amore. Un discorso ampio che ha toccato anche i diritti delle coppie omosessuali e l’universalità dell’amore:

Perché San Valentino è la festa dell’amore, non importa se tra uomini e donne o tra uomini e uomini. Perché quello che conta è solo amarsi (…) Quello che conta è di poter vegliare accanto al letto di chi amiamo senza che ce lo impediscano perché non siamo parenti“.

Poi l’appello a ripudiare ogni forma di violenza, perchè “un uomo che ci picchia è uno stronzo“. Retorica? Il rischio in questi casi c’è sempre, ma la sensazione è che la Littizzetto abbia puntato dritto al problema, prima di lanciarsi nel flash mob.

In Italia ogni tre minuti un uomo uccide una donna, anche in famiglia. Ma l’amore con la violenza e le botte non c’entra niente. Un uomo che ci mena non ci ama. Un uomo che ci picchia è uno stronzo. Abbiamo solo una vita, non buttiamola via

La Littizzetto si è lanciata poi (coordinata ed ironica, ma soprattutto emozionata) in una coreografia sulle note di ‘Break the chain‘ di Tena Clark, il brano che ha caratterizzato il flash mob internazionale contro la violenza sulle donne. Un’iniziativa che ha riempito le piazze delle maggiori città d’Italia e del mondo e che Fazio e la Littizzetto hanno voluto portare sul palco dell’Ariston. I commenti in rete e su Twitter si dividono sulla scelta di rendere un tema così delicato oggetto di uno spettacolo commerciale come Sanremo: un dato però è certo, se l’immagine femminile dello scorso anno era sintetizzata nella farfallina di Belen, quest’anno la donna del Festival perlomeno è ironica, parla di diritti e tocca le corde giuste.