X


Sanremo 2013, Max Gazzè: “Torno al Festival perchè la musica sarà al centro. Grazie a mia figlia ho cambiato idea sui talent”

Scritto da , il Febbraio 7, 2013 , in Festival di Sanremo Tag:,
foto di max gazzè

text-align: justify”>foto di max gazzèMAX GAZZE’ E IL SUO RITORNO A SANREMO. Max Gazze, 45 anni all’anagrafe, è tra i big della prossima edizione del Festival della canzone italiana, in programma dal 12 al 16 Febbraio. Gazzè, alla sua quarta partecipazione a Sanremo, ha deciso di tornarci in quanto “la musica sarà al centro, proprio come accadeva tanti anni fa”. La possibilità di presentare due canzoni, deve essere stata la spinta che ha convinto Max a mettersi in gioco nuovamente nella kermesse canora. Il primo pezzo I tuoi maledettissimi impegni è una canzone d’amore che racconta la voglia di ritagliarsi del tempo in un mondo in cui i ritmi sono molto frenetici: “è il tentativo disperato di un uomo di stare accanto alla persona amata: vorrebbe diventare un fermaglio tra i suoi capelli, mentre lei non ha tempo” (fonte La Stampa), mentre l’altro Sotto casa è un appello alla condivisione, al dialogo e all’apertura verso l’altro: “nasce da un fatto reale: lavoravo con mio fratello e hanno bussato due ragazzi testimoni di Geova, ci hanno spiegato il loro credo, la reciproca diffidenza fra loro e la Chiesa. Abbiamo allora riflettuto sulla chiusura del dialogo fra religioni, abbiam pensato che se anche arrivasse ora Gesù nessuno lo riconoscerebbe”.

Gazzè è sicuro che tra le due canzoni a concorre alla vittoria finale della gara, sarà Sotto casa, perché ha un’orecchiabilità immediata. Il titolo della canzone è stato scelto come nome del nuovo album del cantautore, che uscirà il 14 Febbraio, proprio nella settima di Sanremo, prodotto dalla Virgin Music. Il cantante continuerà subito dopo il Festival, a pubblicizzare l’album con un tour che lo porterà in giro per l’Italia e l’Europa.

In un’intervista al settimanale DipiùTV, Gazzè sottolinea di aver già incontrato altri big in gara e di aver chiesto l’autografo a Chiara Galiazzo ed Annalisa Scarrone per far felice la figlia Bianca che è un appassionata dei talent. Proprio grazie alla figlia, Gazzè dice di aver cambiato opinione sul genere: “anni fa criticavo i talent perché ritenevo che mandassero i cantanti allo sbaraglio. Ora però mi sono ricreduto perché ho visto che c’è più attenzione su di loro e questo è stato anche merito di mia figlia, con la quale ho seguito le ultime edizioni di X-Factor e Amici”. Le sue partecipazioni a Sanremo sono sempre state forieri di temi originali, mai scontanti, che invitavano alla riflessione. In attesa di ascoltare le due canzoni, gli facciamo un grosso in bocca al lupo per la gara del Festival.