X


The Voice: Gianni Morandi, Mario Biondi, Kekko dei Modà e i Marlene Kuntz consulenti dei giudici.

Scritto da , il Febbraio 26, 2013 , in Programmi Tv Tag:,
foto del logo di the voice of italy

text-align: justify”>foto del logo di the voice of italyTHE VOICE OF ITALY: I CONSULENTI. Manca ormai poco al debutto del tanto atteso talent show: The Voice of Italy. Il 7 Marzo alle 21.10 su Rai2, si accenderanno i riflettori sulla trasmissione che ha sbancato gli ascolti nel resto del mondo, e sulla quale la Rai scommette parecchio. Gli addetti ai lavori sembrano voler giocare d’azzardo, e dopo aver portato a casa una giuria rispettabilissima, composta da grandi nomi quali: Carrà, Cocciante, Pelù e Noemi, hanno messo a segno un’altra palla vincente. Oltre ai quattro giudici ci saranno altrettanti consulenti, che andranno ad affiancare i giurati nella seconda parte della gara (fase battle), quella durante la quale ai cantanti, che hanno superato la prima fase (blind), verrà chiesto di misurarsi su uno stesso brano scelto dalla giuria. Ad affiancare i quattro giudici ci sono personalità altrettanto importanti: Gianni Morandi (per Raffaella Carrà), Mario Biondi (per Noemi),  Francesco Silvestre, in arte Kekko voce dei Modà (per Piero Pelù) e i Marlene Kuntz (per Riccardo Cocciante). Quattro nomi di spicco del panorama musicale italiano, e quattro scelte completamente differenti tra di loro.

L’obiettivo principale è quello di accaparrare una fetta trasversale di spettatori, andando a soddisfare tutti i vari gusti dei possibili fruitori del format. Se Gianni Morandi farà breccia sugli spettatori più anziani, Mario Biondi dovrebbe andare a conquistare il pubblico più pregiato, Kekko quello dei giovani e giovanissimi mentre i Marlene Kuntz saranno chiamati ad accaparrarsi quella fetta di pubblico vicino alla musica indipendente e alternativa rock che li segue. Lo scopo di fondo è quello di portare The Voice a brillare negli ascolti, tanto da programmare la seconda edizione non più su Rai2 ma su Rai1, come più volte dichiarato dallo stesso direttore Leone. Manca davvero poco per vedere i risultati di quello che si preannuncia essere un programma rivelazione della prossima primavera televisiva. Siamo pronti a stupirci tra qualche settimana su Rai2.