X


Canale 5: gli ascolti del prime-time domenicale sono sempre più disastrosi

Scritto da , il Marzo 25, 2013 , in Ascolti Tv Tag:

text-align: center”>

CANALE CINQUE: GLI ASCOLTI DELLA DOMENICA SERA SEMPRE PIU’ DISASTROSI – Momenti difficili per Mediaset. In questa stagione la sua rete ammiraglia attraversa una profonda crisi in termini di auditel. Sono pochi i programmi di Canale 5 che riescono ad avere ascolti soddisfacenti. Se si escludono le soap, i programmi di Maria De Filippi, Striscia la notizia e poche altre perle (come Italian’s Got Talent) gli ascolti sono sempre più in caduta libera.

A essere davvero preoccupante è la situazione della Domenica sera, quando Canale 5 viene battuta anche da Italia 1 e si trova a collezionare flop su flop. La giornata festiva è sempre stata un tallone d’Achille per Mediaset. Basti pensare che anche fiction di grande successo come Distretto di Polizia ebbero vita difficile la domenica sera, e ultime tra tutte, anche la versione serale di Centovetrine (grande successo in daytime) non è riuscita a risollevare le sorti degli ascolti domenicali venendo sospesa dopo solo tre puntate a seguito di ascolti che non superarono il 10% di share.

A seguito della sospensione di Centovetrine in versione fiction, Canale 5 ha sfoderato i film kolossal come Alexander, Tristano e Isotta e Troy ma neppure questi sono riusciti ad ottenere il successo sperato (anche perché super replicati). Solo Titanic, per l’occasione diviso in due parti, arrivò ai 4 milioni, stabilendo quasi un unicum. Nelle ultime due settimane però, per la rete ammiraglia l’umiliazione è davvero grande se si considera che il 24 Marzo il film Karol-Un uomo diventato papa ha totalizzato appena il 9.27 % di share e appena 1.917.000 telespettatori, un record in negativo che nemmeno la versione discutibile di Centovetrine-fiction aveva mai raggiunto. E domenica 17 Marzo non è andata meglio perché la replica di Francesco con Raoul Bova ha totalizzato solo  2.433.000 spettatori e il 10.45% di share. Dunque, anche la carta della programmazione religiosa, calcata a seguito dell’elezione del nuovo pontefice Bergolio, è riuscita a fare il miracolo. E, forse di questi tempi a Canale 5 servirebbe proprio un miracolo. La scorsa settimana, quella dal 18 al 24 Marzo 2013, la rete ha vinto solo la serata del Venerdì con un misero 17% de Il Clan dei Camorristi, venendo sempre battuta dalla concorrenza Rai, e spesso anche da reti amiche come Italia 1 che, ad esempio, settimanalmente supera Canale 5 di domenica con Le Iene. 

Le minifiction di Rai Uno hanno sempre avuto la meglio sulla domenica di Canale 5, ma è appropriato gettare le armi in questo modo, facendo umiliare la rete? Forse, con programmi o fiction ben fatte si potrebbe tentare una guerra lecita, considerando che Un medico in famiglia non riesce a superare i 6 milioni nonostante la concorrenza pari a zero. Vedremo come si comporterà Mediaset, quel che è certo è che potrebbe essere necessaria una terapia d’urto…