X


La prova del cuoco, le ricette della settimana dall’11 al 16 marzo: i secondi piatti

Scritto da , il Marzo 16, 2013 , in Programmi Tv Tag:,

text-align: center”>Antonella Clerici a La prova del cuoco

LA PROVA DEL CUOCO, LE RICETTE DELLA SETTIMANA DALL’11 AL 16 MARZO: I SECONDI PIATTI. Settimana ricca di ricette quella appena trascorsa con chef, concorrenti e maestre di cucina che hanno portato sui fornelli de La prova del cuoco tante sfiziose pietanze per imbandire la tavola in ogni occasione: antipasti, primi, secondi, contorni e dessert. Tra i secondi piatti migliori preparati in diretta nella settimana appena trascorsa spicca la millefoglie di riso allo zafferano con lavarello e salsa ai carciofi realizzata da Sara Preceruti per il torneo “Caccia al cuoco – Provini in diretta”, seguita dal tacchino fritto in crosta di pane portato in tavola da Alessandra Spisni. Spazio anche questa settimana a Gianfranco Pascucci che nella sua rubrica “Venerdì pesce” ha servito ai telespettatori uno squisito sgombro marinato con verdure e peperoni cruschi. Per “Il campanile italiano” è toccato invece ai concorrenti di Curtatone (Mantova) che in rappresentanza della Lombardia hanno gareggiato con uno sfizioso luccio in salsa, sfidando i pugliesi di Locorotondo (Bari) che si sono cimentati invece nella preparazione di un coniglio farcito con pomodori secchi e borragine in crosta di mandorle. E a presentare un secondo piatto delizioso nelle cucine di Antonella Clerici questa settimana è stata anche la nuova maestra di cucina, Maria Teresa Meo, che ha illustrato ai telespettatori la ricetta degli involtini di melanzane alla birra.

“CACCIA AL CUOCO” – Sara Preceruti di Castello d’Agogna (Pavia): MILLEFOGLIE DI RISO ALLO ZAFFERANO CON LAVARELLO E SALSA AI CARCIOFI

Ingredienti: riso Carnaroli, 1 scalogno, vino bianco, zafferano, burro, parmigiano, carciofi, brodo vegetale e lavarello affumicato (sostituibile con qualsiasi altro pesce).

Procedura per la preparazione: cuocere il riso Carnaroli; far rosolare un pò di scalogno da sfumare con vino bianco e mescolare con il riso; aggiungere lo zafferano in polvere o in pistilli e portare a cottura in 15 minuti; mantecare fuori dal fuoco con burro e parmigiano e stendere in una tortiera e far raffreddare; nel frattempo realizzare una salsa con scalogno e carciofi tritati e portare a cottura con brodo vegetale; formare dei dischetti di riso; tagliare a fettine il lavarello affumicato e batterlo per renderlo sottile; friggere i dischetti di riso in padella con burro chiarificato; creare una torretta a strati con i dischetti di riso e la millefoglie di lavarello.

ALESSANDRA SPISNI: TACCHINO FRITTO IN CROSTA DI PANE

Ingredienti: 600 grammi di petto di tacchino a fette, 15 grammi di lievito di birra, 1 presina di sale grosso, 100 grammi di grana grattuggiato, 200 grammi di farina, pepe, 200 grammi di acqua e 500 grammi di strutto.

Procedura per la preparazione: scaldare acqua e sale; far stemperare il lievito; nel frattempo tagliare a pezzetti la carne; dopo aver sciolto il lievito, aggiungere alla cottura formaggio e farina e mescolare fino a formare una pastella; far lievitare la pastella per un’ora e mezza o due ore; passare la carne a pezzetti nella pastella e cuocere.

“VENERDI’ PESCE” CON GIANFRANCO PASCUCCI : SGOMBRO MARINATO CON VERDURE E PEPERONI CRUSCHI

Ingredienti: sgombro o maccarello, sale, aceto di riso, verdure a piacere, olio, peperoni cruschi e panini.

Procedura per la preparazione: togliere le spine del pesce praticando incisioni laterali; marinare il maccarello per 10 minuti con molto sale fino dalla parte della pelle e poco dalla parte opposta; inumidire con aceto di riso per circa 15 minuti; nel frattempo tagliare le verdure e marinare per 10 minuti con un pò di sale; lavare le verdure e condire con un filo d’olio e un pò d’aceto; frullare i peperoni per formare una passata; farcire i panini con la passata di peperone e con il pesce.

IL “CAMPANILE ITALIANO”, LOMBARDIA – Curtatone (Mantova): LUCCIO IN SALSA

Ingredienti: luccio, acqua, carote, cipolle, acciughe, capperi, aceto, noce moscata e polenta.

Procedura per la preparazione: cuocere il luccio in acqua con le carote e la cipolla; nel frattempo rosolare in padella la cipolla tagliata a pezzetti, le acciughe e i capperi e sfumare con un pò di aceto; aggiungere della noce moscata; intanto preparare la polenta; al termine della cottura, insaporire il luccio con la salsa preparata in padella e servirlo con la polenta.

IL “CAMPANILE ITALIANO”, PUGLIA – Locorotondo (Bari): CONIGLIO FARCITO CON POMODORI SECCHI E BORRAGINE IN CROSTA DI MANDORLE

Ingredienti: coniglio tagliato a fette, pomodori secchi, formaggio pecorino, borragine, farina, uova, mandorle, fave, patate novelle, cacioricotta, olio extravergine d’oliva, sale e pepe.

Procedura per la preparazione: battere la carne di coniglio, stenderla e sovrapporvi i pomodori secchi, il pecorino tagliato a pezzetti e le foglie di borragine; arrotolare e passare successivamente prima nella farina, poi nell’uovo e infine nelle mandorle tritate; infornare a 150 gradi per circa 20 minuti; servire la pietanza accompagnandola con un’insalata realizzata con fave, patate novelle, cacioricotta tagliato a spicchi e pomodorini; condire con olio, sale e pepe.

GLI INVOLTINI DI MELANZANE ALLA BIRRA DI MARIA TERESA MEO

Ingredienti: 8 fette di melanzane, 8 fette di speck, 1 mozzarella, 1 barattolo di pomodori pelati a dadini, blonde, olio, sale e pepe.

Procedura per la preparazione: grigliare le melanzane e salarle solo a fine cottura; preparare 8 involtini di speck con dentro un bocconcino di mozzarella; inserire nelle fette di melanzane l’involtino di speck e chiuderlo con uno stuzzicadenti; nel frattempo realizzare una salsa con olio, pomodoro e basilico sfumare con la blonde; cuocere e adagiarvi gli involtini lasciando cuocere ancora per qualche minuto.