X


Matteo Renzi a Ballarò (video): “Io premier? Non entro dalla porta di servizio”. E gli ascolti di Floris volano

Scritto da , il Marzo 6, 2013 , in Personaggi Tv Tag:,

text-align: center”>Intervista Matteo Renzi a Ballarò

L’intervista di Matteo Renzi a Ballarò fa volare gli ascolti del programma di Giovanni Floris. La puntata che ha ospitato il sindaco di Firenze, sfidante alle primarie del centrosinistra del segretario Pd Pieluigi Bersani, ha fatto registrare il record stagionale di Ballarò, che si è attestata la seconda trasmissione più vista della serata con il 19,93% di share e 5,35 milioni di telespettatori (battuto solo dalla fiction Un medico in famiglia 8, con 6,30 milioni e il 22% di share). Nella lunga intervista rilasciata a Floris, il sindaco di Firenze ha analizzato l’attuale situazione di incertezza dello scenario politico italiano, invitando il Pd  a sfidare Grillo sul terreno dell’anticasta e a proporre provvedimenti coraggiosi in tema di innovazione e sviluppo.

Matteo Renzi negli ultimi giorni è stato l’uomo del “se”: se ci fosse stato lui alla guida della coalizione di centrosinistra al posto di Bersani, hanno sostenuto in molti, il Pd avrebbe vinto le elezioni politiche con una percentuale più netta e avrebbe potuto governare senza il bisogno di appoggi esterni. Lui professa lealtà al vincitore delle primarie e ad entrare in partita adesso non ci pensa proprio. L’amarezza per l’esito elettorale, però, è evidente:

Mi sono mangiato le mani: abbiamo buttato fuori un calcio di rigore (…) Bersani non ha bisogno dei miei consigli, ci ho parlato il giorno dopo le elezioni: credo domani presenterà la sua proposta e tutto il Pd credo gli andrà dietro, gli dirà ‘Ci siamo’ e se non va in porto è colpa di Grillo

 

http://youtu.be/oFXN0VQYU5I

Matteo Renzi ha ribadito che tocca al Pd fare la prima mossa per provare a mettere insieme un esecutivo che ottenga la fiducia delle Camere. Per riuscire in quest’impresa deve avere con sè tutto il Pd e avanzare proposte chiare che siano condivisibili dal Movimento 5 Stelle: dimezzamento dei parlamentari, taglio radicale ai costi della politica, innovazione tecnologica e open data, riforma del mercato del lavoro. L’intesa con i grillini non è semplice da trovare, ma bisogna provarci per scongiurare l’ipotesi di un ritorno al voto, che è “una possibilità concreta, certo, ma è la soluzione meno auspicabile“. A domanda diretta di Floris, Matteo Renzi ribadisce di non aver alcuna intenzione di “accoltellare” Bersani proponendosi come premier del nuovo governo:

E’ un’ipotesi che non sta nè in cielo nè in terra: secondo lei dopo aver perso le primarie entro dalla porta di servizio? (…) Già ci sono troppi giaguari e tacchini non possiamo permetterci le iene del giorno dopo (…) Farò qualcosa quando vincerò: è anche questa la credibilità della politica