X


Piero Pelù VS Morgan: “C’è un abisso tra di noi. Non mi risulta che abbia fatto bella figura in tv”

Scritto da , il Marzo 21, 2013 , in Personaggi Tv Tag:,
foto di piero pelù a the voice

text-align: justify”>foto di piero pelù a the voicePIERO PELU’ SU THE VOICE OF ITALY. Piero Pelù, coach di The Voice, è la scoperta televisiva della trasmissione. Sempre attento e preciso, con le sue frasi mai scontate e originali, è riuscito a farsi apprezzare tanto dai concorrenti quanto dal pubblico, che lo segue sempre più numeroso. Nelle prime due puntate è stato il coach più gettonato dai concorrenti in gara, tanto da esser riuscito a mettere insieme già 10 talenti (Carrà e Noemi hanno 8 voci, mentre Cocciante 6). In un’intervista al settimanale Nuovo, Pelù ribadisce la differenza tra The Voice e gli altri talent: “The voice non è né un reality né un talent. È un live show. E io non sono un giudice ma solo un coach. È importante sottolineare questi due aspetti perché sono le ragioni per le quali ho accettato di partecipare a questo programma, che non ha niente in comune con i talent show ai quali siamo abituati. Non devo giudicare nessuno ma semplicemente scegliermi una squadra e con questa arrivare il più lontano possibile. Il mio impegno è soprattutto aiutare i ragazzi a crescere come artisti e come persone”. Pelù ha un’idea del tutto personale, sul format al quale ha deciso di partecipare: non è un talent e lui non si sente un giudice.  

Quanto al rapporto che si è instaurato con gli altri tre coach, Pelù dichiara: “Fra tutti e quattro c’è stata subito un’aria molto distesa e positiva. E le persone che lavorano da anni in televisione sostengono che, nel mondo di questi show sia un’anomalia assoluta. Insomma io Raffaella, Riccardo e Noemi siamo una realtà tutta nuova”. Dalle prime due puntate si è potuto vedere questo reale affiatamento tra i coach, al quale non ci avevano abituati gli show che prevedono una giuria. Nessun litigio o colpo basso tra i quattro, ma solo una discussione costruttiva e sempre divertente.

In molti lo hanno paragonato al Morgan di X Factor, ma Pelù prende le distanze: “C’è un abisso fra noi. A me poi non risulta che Morgan abbia fatto una gran bella figura in televisione. O che abbia creato una sua dimensione credibile sul piccolo schermo”.  A quelli che aspettavano di vederlo litigare con la Carrà, Pelù sottolinea che i loro generi musicali sono assolutamente diversi (“lei è pop, io sono rock”), ma ammette una certa ammirazione per la regina del Tuca Tuca: “Negli anni Settanta per me Raffa era un sex symbol pazzesco”. Appuntamento questa sera alle 21 su Rai2 con la terza puntata di blind audition di The Voice.