X


Raffaella Carrà e il maxicachet per “The Voice”: presto un ritorno su Rai1?

Scritto da , il Marzo 14, 2013 , in Personaggi Tv Tag:,

text-align: center”>The Voice, Raffaella Carrà e il maxicachet da 800 mila euro

Raffaella Carrà è entusiasta del suo ritorno in tv con il talent show (o meglio “lo show della voce“) The Voice of Italy, in onda ogni giovedì in prima serata su Rai2, nel ruolo di giudice e coach alla ricerca delle nuove voci da lanciare nel panorama della canzone italiana: la prima puntata ha messo a segno un ottimo risultato in termini d’ascolto, nonostante la concorrenza spietata in palinsesto. Inutile sottolineare che la curiosità per il ritorno della Carrà in tv, a distanza di quasi sette anni dall’ultima esperienza in Rai, ha giocato un ruolo fondamentale nel conquistare 3.376.000 spettatori e il 12% di share.

Ma insieme agli ascolti è inevitabile, in tempi di spending review imperante come questi, tornare a parlare anche di cachet e in particolare proprio di quello della Carrà: lo fa in esclusiva Excite.it con uno scoop a firma di Giuseppe Candela. La Raffa nazionale percepirebbe per la sua partecipazione a The Voice ben 800mila euro per le tredici puntate di The Voice, un compenso in parte decurtato rispetto alle previsioni iniziali che le avrebbero fruttato circa 100mila euro a puntata. Remunerazioni importanti ma sicuramente “cifre di mercato”, come si dice in questi casi, che comunque fanno rumore se associate ad una Rai nel mirino delle inchieste della magistratura per sprechi, stipendi gonfiati, diritti tv e cachet esorbitanti.

La questione sulla pubblicazione dei compensi degli artisti in Rai è ancora aperta: l’azienda si è opposta alla legge che impone la trasparenza delle cifre, che andrebbero rese note sul sito web aziendale, paventando ragioni di privacy ed ottenendo su questo fronte il parere favorevole del Garante della concorrenza. Ma si sa, le voci circolano e i compensi delle star difficilmente rimangono segreti. Secondo Excite.it, Raffaella Carrà avrebbe accettato un cachet ridotto per The Voice in cambio di un nuovo programma tutto suo in autunno sulla rete ammiraglia Rai. Più volte la Carrà è stata ad un passo dal ritorno su Rai1, come quando l’azienda l’aveva contattata due anni fa per proporle la riedizione italiana un format americano (cinque puntate monografiche su grandi personaggi). Il progetto non andò in porto perchè, secondo la Carrà, in Rai regnava “confusione e distrazione, atteggiamenti timorosi e incertezze, mancanza di serenità“. Poi, qualche mese fa, l’annuncio del direttore di Rai1 Giancarlo Leone (allora a capo dell’Intrattenimento Rai): “Con ogni probabilità Raffaella Carrà tornerà a gennaio con un bellissimo programma su cui stiamo lavorando insieme. (…) un progetto fortissimo per il sabato sera di Rai1, un genere nuovo che forse si intitolerà Auditorium“. Che questa sia la volta buona?