X


Giorgio Napolitano disponibile al bis: il Presidente della Repubblica verso la storica rielezione

Scritto da , il Aprile 20, 2013 , in Personaggi Tv Tag:

text-align: center”>Giorgio Napolitano disponibile al bis: il Presidente della Repubblica verso la storica rielezione

Giorgio Napolitanno ha accettato la proposta delle forze parlamentari di farsi rielegger al Quirinale per un ulteriore settennato: il Capo dello Stato si avvia verso una storica rielezione, la prima della Repubblica Italiana. La scelta di Napolitano è arrivata in seguito alla richesta di Pd, Pdl, Lega Nord e Scelta Civica di rendersi disponibile ad un secondo mandato: in mattinata era stata una delegazione del Partito democratico a salire al Colle per presentare la proposta a Napolitano, raccogliendo consensi in tutto l’arco delle forze parlamentari. Fanno eccezione il Movimento 5 Stelle, che ha continuato e continuerà a votare il giurista Stefano Rodotà, scelto con le Quirinarie online, e Sinistra ecologia  elibertà che aveva chiesto ai partiti di non trascinare Napolitano nel “teatrino” dell’elezione del Presidente della Repubblica.

Il sì di Giorgio Napolitano, che potrebbe aprire una fase nuova della nostra vita politica nella direzione di un sistema semi-presidenzialista, è arrivato con un comunicato stampa pubblicato sul sito della Presidenza della Repubblica:

Mi muove in questo momento il sentimento di non potermi sottrarre a un’assunzione di responsabilità verso la nazione, confidando che vi corrisponda una analoga collettiva assunzione di responsabilità. Naturalmente, nei colloqui di questa mattina, non si è discusso di argomenti estranei al tema dell’elezione del Presidente della Repubblica”

Pdl e Pd hanno accolto con entusiasmo la decisione: il partito di Berlusconi ha annunciato che voterà Napolitano al sesto scrutinio, come stabilito dall’assemblea dei gruppi. Anche l’assemblea dei grandi elettori del Pd ha accolto con un applauso la nota con cui Napolitano annuncia la sua disponibilità ad una rielezione. Nel Partito democratico quella di rieleggere Napolitano è sembrata l’unica strada percorribile dopo i fallimenti delle candidature di Marini e Prodi e le conseguenti dimissioni di Pierluigi Bersani da segretario del partito.

Intanto continua a dividere la candidatura di Stefano Rodotà, scelto dagli iscritti al Movimento 5 Stelle ma con un lungo trascorso parlamentare nei partiti del centrosinistra. Qualche centinaia di persone sta manifestano di fronte alla Camera a favore della sua candidatura a presidente della Repubblica: in molti hanno cominciato a gridare “Rodotà, Rodotà“, alla notizia della disponibilità di Giorgio Napolitano a ricandidarsi. E proprio sulla scelta di Napolitano il centrosinistra si spacca definitivamente: Nichi Vendola ha annunciato che i parlamentari di Sel voteranno compatti Rodotà insieme al Movimento 5 Stelle, aggiungendo che, in caso di un governo di larghe intese dopo l’elezione di Napolitano, il partito resterebbe all’opposizione.