X


Il sindaco di Perugia Wladimiro Boccali contro “La vita in diretta”: “Basta con l’immagine distorta della città”

Scritto da , il Aprile 12, 2013 , in Notizie Varie Tag:

text-align: center”>

IL SINDACO DI PERUGIA CONTRO “LA VITA IN DIRETTA” – Una bufera si abbatte su “La vita in diretta”. Il programma che la prossima stagione subirà una rivoluzione dal punto di vista dei conduttori finisce nei guai. Il sindaco di Perugia Wladimiro Boccali ha deciso di querelare la Rai e il contenitore pomeridiano per colpa dell’immagine distorta che i media offrono della città di Perugia.

La goccia che ha fatto traboccare il vaso per Boccali è stato l’interesse dei principali programmi televisivi nei confronti di Perugia a seguito dell’omicidio di Alessandro Polizzo, ucciso da un colpo di pistola e per cui ora sono indagati un uomo e suo figlio come esecutore e mandante. Il sindaco ha deciso di tutelare l’immagine della città, sporgendo denuncia.

Boccali è contro La vita in diretta per delle affermazioni molto forti nel salotto pomeridiano come ad esempio il fatto che si sarebbe parlato di una situazione di microcriminalità e di mercato di droga che dominerebbero nella cittadina umbra. La Rai si è dissociata da queste affermazioni, dicendo che sono state pronunciate da un ospite e non da un giornalista dell’azienda. All’Ansa, Boccali ha dichiarato che i media prendono spunto da fatti particolari per gettare discredito su un’intera comunità e che non è possibile che si trascini ancora l’effetto Meredith. La telefonata del direttore generale della Rai sembra non essere bastata al sindaco, che proseguirà la sua battaglia contro la rappresentazione, a suo dire, errata della città di Perugia…