X


Rai: Mauro Mazza nuovo direttore di Rai Sport

Scritto da , il 14 Giugno, 2013 , in Notizie Varie
foto di mauro mazza

text-align: center”>foto di mauro mazza

NUOVA SEDUTA DEL CDA RAI. Ieri, in via Asiago a Roma, si è riunito il consiglio di amministrazione Rai presieduto da Anna Maria Tarantola. Il direttore generale Luigi Gubitosi, ha illustrato i dati che riguardano il primo trimestre del 2013: la Rai migliora i conti ma resta la perdita dell’esercizio. I ricavi nei primi tre mesi del 2013 ammontano a 687 milioni di euro, in flessione di 26 milioni rispetto al 2012, per la riduzione degli introiti pubblicitari, solo in parte compensata dall’aumento dei ricavi da canone e degli altri ricavi. Nella stessa riunione, il Cda ha votato in favore della nomina di Mauro Mazza, a direttore di Rai Sport, che succede ad Eugenio De Paoli. In questo modo si mette fine ad una disputa, cominciata qualche mese fa, che aveva costretto Mazza, a presentare ricorso (vincendolo) al Tribunale del lavoro di Roma, per essere stato rimosso dall’incarico di direttore di Rai1 a fine 2012. Il cda ha inoltre approvato l’adesione della Rai alla costituenda nuova Associazione provvisoriamente denominata “Associazione Radio Televisioini” (Confindustria TV), ed ha votato all’unanimità il progetto di integrazione di RaiNews24 con Televideo, illustrato dal direttore Monica Maggioni.

[imagebrowser id=8259]

Il Cda ha inoltre nominato Maria Teresa Fiore, vicedirettore del Palinsesto TV, Maria Teresa Torcia ed Onofrio Dispenza vicedirettori del Giornale Radio Rai e confermato alla vicedirezione del Giornale Radio Rai Carlo Albertazzi, Vittorio Argento, Paolo Corsini e Stefano Mensurati. Il cda ha inoltre affrontato le tematiche della radiofonia con le audizioni dei direttori Bruno Socillo, Antonio Preziosi, Flavio Mucciante, Marino Sinibaldi e Aldo Papa. Nella prossima seduta, in data 20 giugno, saranno votati i palinsesti per la stagione autunnale, che saranno poi presentati agli investitori pubblicitari il 24 giugno a Milano e il 25 a Roma. Riusciranno i tre direttori Leone, Teodoli e Vianello a mettere a punto dei palinsesti validi e allo stesso tempo innovativi per la prossima stagione televisiva?