X


Tre anni senza Pietro Taricone: omaggio all’attore scomparso in seguito ad un incidente paracadutistico

Scritto da , il 29 Giugno, 2013 , in Personaggi Tv

uiStreamMessage userContentWrapper” style=”text-align: center”>Pietro Taricone

TRE ANNI SENZA PIETRO TARICONE: OMAGGIO ALL’ATTORE SCOMPARSO IL 29 GIUGNO 2010 IN SEGUITO AD UN INCIDENTE PARACADUTISTICO. Nato a Frosinone il 4 febbraio 1975, Pietro Taricone ha debuttato in televisione nel lontano 2000, concorrente della prima edizione del Grande Fratello, reality che lo ha portato ad intraprendere la carriera di attore. E’ stato negli anni protagonista di numerosi film e fiction di successo quali Codice Rosso, Distretto di Polizia, Saturday Night from Milano, La nuova squadra, Tutti pazzi per amore e molti altri, per poi apparire nel grande schermo in progetti come Il segreto del successo, Ricordati di me, Radio West e non solo. Avvocato mancato, Pietro Taricone aveva una carriera artistica davanti a se: le sue esperienze professionali in Tv comprendono, oltre ai numerosi ruoli interpretati al cinema, nella fiction e in teatro, un’apparizione in qualità di opinionista nel reality di Radue “Wild West” condotto da Alba Parietti e in veste di giurato ad “Un due tre… stalla!” su Canale 5 con Barbara d’Urso.

[imagebrowser id=8427]

L’INCIDENTE PARACADUTISTICO E LA MORTE ALL’OSPEDALE SANTA MARIA DI TERNI. Grande appassionato di paracadutismo, la mattina del 28 giugno 2010 Pietro è rimasto vittima di un gravissimo incidente avvenuto in seguito ad una manovra errata durante un lancio nei pressi dell’Aviosuperficie Alvaro Leonardi di Terni, che lo ha fatto precipitare al suolo. Trasportato d’urgenza all’ospedale S.Maria in condizioni disperate per un arresto cardiaco, fratture multiple in tutto il corpo e diverse emorragie interne, è stato sottoposto in extremis ad un intervento chirurgico durato più di 9 ore che però non gli ha salvato la vita. Pietro è morto alle 2.30 del 29 giugno, lasciando la compagna Kasia Smutniak e la figlia Sophie, che all’epoca aveva 6 anni. La sua salma è stata cremata a San Benedetto del Tronto e le ceneri deposte nella tomba di famiglia a Trasacco.