X


Domenica In, il Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza Vincenzo Spadafora contro Mara Venier

Scritto da , il Novembre 18, 2013 , in Programmi Tv Tag:,

text-align: center;”>

DOMENICA IN, IL GARANTE PER L’INFANZIA VINCENZO SPADAFORA CONTRO MARA VENIER – Polemiche su Domenica In. In particolar modo ad essere sotto accusa è lo spazio condotto da Mara Venier. A scagliarsi contro la signora della domenica è il Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza Vincenzo Spadafora che accusa la Venier di aver ridicolizzato il suo ruolo e i diritti dell’infanzia nella puntata in onda ieri 17 Novembre. L’uomo, in particolar modo, rimprovera alla conduttrice di non avergli dato il giusto spazio per parlare della giornata mondiale dell’infanzia del 20 Novembre e che sarà celebrata dalla Rai mandando in onda il film di Pupi Avati “Il bambino cattivo” su Rai Uno. Spadafora, dopo il breve intervento a Domenica In ha rilasciato una dichiarazione all’Ansa in cui ha criticato l’atteggiamento della conduttrice e del programma. “Mi chiedo come è possibile che il contenitore domenicale del servizio pubblico dove lavorano decine di autori, redattori e consulenti possa dare un’immagine così poco competente e professionale”

[imagebrowser=9919]

DOMENICA IN SOTTO ACCUSA DA VINCENZO SPADAFORA – Vincenzo Spadafora ha attaccato la Venier e il programma perché, a suo dire, sono stati ridicolizzati i temi di cui avrebbe dovuto parlare e che sono di particolare importanza. La conduttrice di Rai Uno ha parlato di malinteso. Ha detto che non era prevista alcun tipo di intervista all’Autorità Garante per l’Infanzia: “Dedicheremo uno spazio più approfondito al tema dell’infanzia per recuperare quanto non è stato fatto con Spadafora a cui ho fatto una bella intervista a La vita in diretta” si è scusata la conduttrice. Spadafora, nella sua “arringa” ha avuto da ridire anche sul caso del momento e cioè quello delle baby squillo che è diventato l’argomento più trattato da tutti i contenitori Rai e non, rivolgendosi direttamente ad Annamaria Tarantola e Luigi Gubitosi: “Chiedo a loro se condividono la linea editoriale di certe trasmissione e interesserò anche il Presidente della Commissione di Vigilanza Rai Fico per chiedergli di occuparsi del modo in cui alcuni programmi si sono occupati del caso delle baby squillo realizzando servizi morbosi” ha continuato Spadafora.