X


Paolo Bonolis, forte del successo di “Avanti un altro”, rivela: “Ho in mente una novità”

Scritto da , il Novembre 19, 2013 , in Personaggi Tv Tag:,

text-align: center”>

PAOLO BONOLIS: “HO IN MENTE UNA NOVITA’ “ – Lo vediamo tutte le sere in onda dalle 18.50 su Canale 5 dove conduce con successo il game-show più irriverente della televisione italiana e cioè Avanti un altro. Stiamo parlando di Paolo Bonolis che ha raccontato a Tv Sorrisi e Canzoni i suoi programmi per il futuro. Il conduttore ha riflettuto su come sempre più raramente i format italiani riescano ad essere importanti all’estero ma ha anche ammesso di avere in serbo una novità che nelle prossime settimane sarà proposta ai piani alti per essere discussa. Di cosa si tratterà? Un nuovo game-show? In questo momento, Bonolis si sta godendo la grande popolarità di Avanti un altro, diventato un appuntamento seguito da più di 4 milioni di telespettatori a puntata che si lasciano coinvolgere dal conduttore e dai surreali personaggi che animano il minimondo del programma. Avanti un altro è venduto in ben 7 Paesi ma questo, per Bonolis, è solo un caso eccezionale per un prodotto italiano.

[imagebrowser=9935]

PAOLO BONOLIS, GRANDE SUCCESSO DI AVANTI UN ALTRO – La puntata di ieri, 18 Novembre, di Avanti un Altro ha confermato il successo del programma che riesce a tenere testa a L’Eredità di Rai Uno. L’ascolto è stato di 4 milioni 704 mila telespettatori e più del 21% di share. Il conduttore ha svelato a Tv Sorrisi e Canzoni una piccola chicca: l’entrata di un nuovo personaggio nel minimondo e cioè l’avvocato del diavolo. Per risollevare le sorti della televisione italiana per Bonolis c’è una soluzione e cioè quella di uniformare la durata dei programmi agli standard internazionali e cioè farli durare un’ora anziché due ore e mezzo. E, non ha risparmiato anche momenti di modestia quando si è definito un autore che si presta a fare il conduttore. Non ha voluto scendere troppo nel particolare circa gli ascolti che lo contrappongono al competitor Carlo Conti, affermando però che tra il programma Rai e Avanti un altro c’è una differenza di pubblicità di ben 12 minuti. Per Bonolis è molto importante trovare delle cose nuove per far sì di non percorrere strade già battute e diventare solo dei meri esecutori ed ha aggiunto che Avanti un altro piace perché è imprevedibile. A quanto pare, il conduttore sarebbe anche stato corteggiato da Sky ma ha rifiutato perché il programma era troppo simile ad uno che faceva su Mediaset…