X


Paola Ferrari: “Denuncerò Le Iene per sequestro ed aggressione”. Parenti si scusa ma non si capacita

Scritto da , il Gennaio 20, 2014 , in Personaggi Tv Tag:,
foto di paola ferrari e del twerkatore stefano corti

text-align: center”>foto di paola ferrari e del twerkatore stefano corti

PAOLA FERRARI VS LE IENE. È scoppiata nella giornata di ieri una accesa polemica tra Paola Ferrari, conduttrice de La domenica sportiva, e la trasmissione Le iene. La Ferrari, che ieri pomeriggio intorno alle 14 stava entrando negli studi Rai di Corso Sempione per preparare la trasmissione sportiva, è stata raggiunta dal famoso twerkatore de Le iene, Stefano Corti, per uno dei suoi soliti scherzi. Da quel momento in poi è successo qualsiasi cosa: la Ferrari è svenuta ed è rimasta sotto shock per diverse ore pensando si trattasse di uno stalker; Davide Parenti, autore della trasmissione, ha prontamente fatto postare il video in questione su facebook, per documentare quanto accaduto. La Ferrari, che ha comunque condotto la sua Domenica Sportiva, aveva fatto sapere di non voler sporgere denuncia per l’episodio, ma di essere comunque molto scossa. Nella giornata di oggi deve aver cambiato idea, in quanto al Corriere della Sera ha dichiarato: Vado a denunciarli per sequestro e aggressione. Non volevo querelarli per non fare pubblicità alla trasmissione. Ora invece devo tutelarmi, è vergognoso”.

[imagebrowser id=10552]

LA SOLIDARIETA’ DEI VERTICI RAI. Maurizio Losa, vicedirettore di RaiSport, che già nella giornata di ieri aveva dimostrato la sua solidarietà alla Ferrari, ha sottolineato che la Rai è pronta a prendere delle iniziative, anche utilizzando i filmati di sorveglianza delle telecamere poste dinanzi alla sede di Corso Sempione in Milano.

DAVIDE PARENTI ESPRIME LA SUA INCREDULITA’. Pronta al replica di Davide Parenti, papà del format, che ha spiegato le motivazione per le quali il video è stato immediatamente postato su facebook: sono state dette cose gravi e volevamo dimostrare quanto successo”. L’autore prosegue: “Ci spiace se la signora Ferrari si è spaventata e le chiediamo scusa, ma non ci capacitiamo. Proprio per far capire quanto è accaduto quanto siamo stati offensivi, pericolosi e maleducati abbiamo pubblicato il video”. Parenti inoltre sottolinea che se la Rai decidesse di mostrare suoi eventuali filmati in possesso sarebbe giusto, in quanto: Non vogliamo scappare dalle nostre responsabilità. Facciamo i funamboli, c’è il rischio di cadere dal filo. Uno scherzo può non essere gradito. Ma, di fronte a certe accuse, siamo i primi a voler documentare come abbiamo sbagliato”. La polemica, insomma, è destinata a protrarsi ancora per molte settimane. Sta di fatto che l’episodio accaduto costituisce un’ottima pubblicità per la ripresa della trasmissione, che tornerà su Italia1 mercoledì in prima serata.