X


Le Iene Show: Nadia Toffa è a Crotone, nella “terra dei veleni”

Scritto da , il 5 Febbraio, 2014 , in Programmi Tv
Foto nadia toffa

text-align: center”>

NADIA TOFFA TORNA A COLPIRE SUL TEMA RIFIUTI. Dopo l’inchiesta sui cyber-pedofili condotta in maniera magistrale durante la puntata scorsa, Nadia Toffa torna a colpire con un servizio girato presso la città calabrese di Crotone, sede di numerose discariche di rifiuti tossici industriali. Ricordiamo che la scorsa settimana, la Iena Toffa si era occupata di denunciare una serie di pedofili che conducevano la loro attività illecita online, ai danni di ragazzine ingenue, facilmente corruttibili. Con astuzia e un pizzico di irriverenza, la Toffa era riuscita a sorprendere questi criminali sul fatto. Messi di fronte alle loro colpe, alcuni di questi personaggi hanno persino ammesso di aver bisogno d’aiuto, riconoscendo il loro comportamento come sbagliato e fortemente deleterio per loro stessi. A una settimana di distanza, la nostra Iena è a Crotone, per una nuova inchiesta sui rifiuti tossici.[imagebrowser id=10778]

L’URBANIZZAZIONE SFRENATA SUI RIFIUTI TOSSICI. Dopo il servizio sulla terra dei fuochi, il programma di Italia Uno torna a occuparsi di rifiuti tossici. In particolare, nelle aree attorno alla città, sono costituite da delle vaste superfici a bonifica, come d’altronde stabilito dalla Commissione Parlamentare d’Inchiesta. Su queste aree, sono stati costruiti edifici a uso civile come scuole, case, chiese e campi da calcio. Come se questo non bastasse, alcune aree sono adibite al pascolo degli animali da macello e altre ancora coltivate con ortaggi e frutta. L’Istituto Superiore di Sanità ha inoltre reso noto che il rischio tumori in quella zona è nettamente superiore alla percentuale relativa ad altre zone d’Italia. Chi va a pesca, chi a raccogliere la cicoria. Tanto prima o poi, qui, qualcuno muore di tumore – affermano rassegnati gli abitanti della zona. La zona, mai messa in sicurezza, era persino dotata di una scuola materna, fatta chiudere dall’intervento tempestivo dei genitori dei bambini. Il professor Andò va a rimarcare la pericolosità della zona, fornendo una serie di sostanze tossiche presenti in quelle aree, tra cui il Cadmio, un pericoloso metallo pesante. Quali misure intenderà adottare il Comune per migliorare la situazione? Si procederà con la messa in sicurezza delle aree a rischio? Lo scopriremo nel prossimo servizio dedicato ai rifiuti tossici industriali firmato Le Iene!