X


Daniela Santanchè contro Ilaria D’Amico: “Se avesse una telecamera nelle mutande”

Scritto da , il 1 Giugno, 2014 , in Personaggi Tv

text-align: center”>Ilaria D'Amico e Daniela Santanchè

FRECCIATINA IN DIRETTA. Si continua a parlare di Ilaria D’Amico, questa volta però non per la sua relazione con il portiere della Juventus e della Nazionale Gigi Buffon, ma per un attacco non proprio gentile che la giornalista di Sky ha ricevuto in diretta televisiva. Tutto è accaduto durante la trasmissione politica Tango, condotta sul canale satellitare dalla D’Amico, quando  la parlamentare di Forza Italia Daniela Santanchè si è scagliata contro la padrona di casa. La parlamentare, nota per la sua passione politica e la sua veemenza, replicando alla D’Amico ha tirato fuori una battata non proprio felice.

TUTTO PER DIFENDERE SILVIO BERLUSCONI. Il siparietto tutt’altro che divertente tra le due donne è nato quando nello studio del talk show di Sky, parlando di promesse elettorali mancate, Ilaria D’Amico, nomina Silvio Berlusconi riferendosi alla sua condanna e all’interdizione dai pubblici uffici. Daniela Santanchè, però, non ci sta e mette in dubbio la veridicità delle accuse mosse all’ex premier. La conduttrice non intende cambiare opinione e dice che è inutile discuterne essendo davanti ad una sentenza passata per tre gradi di giudizio. E a questo punto l’ospite replica con una battuta pesante, riferita all’ambito personale della D’Amico: “Se le mettessero una telecamera nelle mutande“.

[imagebrowser id=12151]

LA CALMA DI ILARIA D’AMICO. Daniela Santanchè è inviperita e, quindi tirando in ballo il diritto alla privacy, sbotta: “Il giorno in cui metteranno a lei una telecamera addosso, stia pur certa che il giudice scoverebbe qualche reato. Soprattutto poi se le mettono la telecamera nelle mutande…“. Un’allusione, forse non troppo celata, agli ultimi gossip che hanno riguardato Ilaria D’Amico e Gigi Buffon? Non possiamo saperlo ma la deputata di Forza Italia insiste “Io voglio vivere in un Paese libero che non ha il vizio di guardare nel buco della serratura“. Dal canto suo la bella giornalista non risponde alla provocazione ma si limita a dire: ‘‘tra l’essere spiata e dover rinunciare al credere nella giustizia, preferisco essere spiata“.