X


Flavio Insinna si racconta a La vita in diretta: il ricordo del papà, i sogni e la carriera

Scritto da , il Novembre 24, 2014 , in Personaggi Tv Tag:,
foto flavio insinna

Tre pacchi e tre nomi. E’ iniziata così l’intervista di Cristina Parodi a Flavio Insinna. Dopo il collegamento con Veronica Maya dall’Antoniano di Bologna, nello studio del programma pomeridiano di Rai 1, La vita in diretta, lo scrittore, conduttore e attore romano ha aperto tre scatole su cui c’erano impresse le parole della sua vita. Salvatore, il padre, Gigi Proietti, il maestro e Don Matteo, il successo. L’iperattivo Flavio ha parlato della sua carriera, dei suoi sogni, senza dimenticare le sue radici e gli affetti.

Il primo ad essere ricordato è stato il papà “Totò”, scomparso nel 2011, a cui Insinna era molto legato. “Mio padre era sicilianissimo – ha affermato – ma lo chiamavano il tedesco per la sua precisione e il senso del dovere”. Questa perdita lo ha portato a lasciare i riflettori per qualche tempo, per rimettere a posto i pezzi e dedicarsi alla sua famiglia, da buon “capo branco” .

Un maestro di vita. Così l’attore romano ha definito la figura genitoriale; sottolineando che uno degli insegnamenti lasciati dal padre è stato quello di aiutare gli altri, anche se non si è Paperon De Paperoni. “Aiutare con poco, anche in questi tempi duri, anche se non si è ricchissimi e guardarsi indietro, perchè c’è sempre qualcuno che ha bisogno”.

Secondo pacco, secondo maestro: Gigi Proietti. Anche per lui Insinna ha speso belle parole. “Non c’è modo di descrivere la sua bravura – ha commentato – se tornasse ad insegnare vorrei anche solo assistere alle sue lezioni”. “Sono stato fortunato, ho lavorato con i grandissimi, il segreto è studiare e questo è un paese in cui si fa fatica a farlo”. Insinna bacchetta un po’ i giovani di oggi che vorrebbero il successo facile senza impegnarsi nella preparazione che, secondo lo showman, è invece fondamentale.

L’ultimo pensiero è andato a Don Matteo, la fiction che lo ha portato al successo nelle vesti del Commissario Anceschi. L’attore si lascia scappare una battuta: “Don Matteo mi ha dato modo di entrare nell’Arma dato che nella vita reale non mi era riuscito farlo; ma hanno fatto bene a non volermi”. Attore, presentatore e scrittore è questo il ritratto, disegnato da La vita in diretta, di Flavio Insinna; un uomo che prima di tutto ama “raccontare”.