X


Prime tensioni ad Amici 14, Campagnoli tuona: “Rispettate la vostra voce”

Scritto da , il Novembre 28, 2014 , in Amici di Maria De Filippi Tag:,
foto amici di Maria De Filippi

E’ da poco iniziata la nuova edizione di “Amici di Maria De Filippi” e già si avvertono le prime tensioni all’interno della scuola dove, al contrario di come potrebbe sembrare dalla tv, non è tutto rose e fiori. Oggi il pomeridiano, trasferitosi per quest’anno su WittyTv.it, ci ha consegnato infatti le prime lacrime e le prime tensioni tra gli allievi ed i professori.

Il day time di oggi si apre con le lacrime della cantante Paola che in sala canto confessa all’insegnante Campagnoli con tono sommesso “Sono senza voce. Mi dispiace ma non posso cantare“, promettendo che l’indomani si sarebbe sicuramente ripresa. L’insegnante, visibilmente infastidito dall’accaduto, ha cercato di spiegare a lei, come ai suoi compagni del resto, quanto sia poco professionale ed indisciplinato per un cantante restare ore ed ore al freddo e all’umidità, nel rispetto della voce che va curata, “altrimenti ci lascia” tuona il prof.

Come Paola anche la cantante Silvia finisce in lacrime durante il day time di oggi, ma per un motivo totalmente opposto. Sono lacrime di gioia, infatti, quelle della cantante veneziana che si dice felice ed emozionata al pensiero di aver realizzato il suo sogno: “Sentirsi dire per una volta sei brava ed è la cosa che più ti piace al mondo, sapere che una cosa la sai fare è bellissimo” .

Il ballerino Giorgio, invece, fa i conti con i ritmi frenetici della scuola. “Mi allenavo da solo, ma non ero abituato a dei ritmi costanti” dichiara il ballerino ai microfoni di WittyTv. Concorda il suo collega e compagno d’avventura Danilo che si dichiara molto sicuro di se, definendosi “più danzatore” rispetto al ballerino più amato dai social, Michele Nocca.

Domani andrà in onda su canale 5 alle ore 14:10 la seconda puntata del pomeridiano di Amici, con degli ospiti d’eccezione come vi avevamo preannunciato e dove i ragazzi saranno suddivisi in squadre che, secondo indiscrezioni sul nuovo regolamento, verranno mescolate di volta in volta.