X


Anticipazioni Quarto Grado, 5 dicembre 2014: chi ha ucciso il piccolo Andrea Loris Stival?

Scritto da , il Dicembre 4, 2014 , in Programmi Tv Tag:, ,
foto Quarto Grado

Tornerà domani sera, puntuale come ogni venerdì, il programma di approfondimento giornalistico di Rete 4 targato Videonews e condotto con successo da Gianluigi Nuzzi e Alessandra Viero, che ogni settimana focalizzano l’attenzione su casi irrisolti di cronaca nera, scomparse, omicidi, misteri e gialli di ogni genere, riscuotendo sempre ampi consensi in termini di auditel da parte del pubblico.

Immancabile un’ampia pagina, nella puntata di questa settimana, dedicata all’atroce morte del piccolo Andrea Loris Stival (del quale si è parlato anche ieri sera a “Chi l’ha visto?”), il bambino di 8 anni di Santa Croce Camerina (Ragusa), scomparso sabato mattina e trovato morto in un canalone nei pressi di un mulino, poco prima delle 17.00, da un cacciatore del luogo. Chi si è macchiato di questa terribile colpa commettendo un delitto così orrendo?

Sabato mattina Andrea è stato accompagnato dalla mamma a scuola. Dopo essere sceso dall’auto, anzichè entrare nell’edificio scolastico, si è allontanato in un’altra direzione, all’insaputa della madre, tornata a casa per prendere il figlio più piccolo e portarlo alla ludoteca. Qualcosa, però, non quadra nel racconto della donna: alcune telecamere installate in paese, infatti, la smentiscono e lasciano intendere che potrebbe non aver mai accompagnato il bimbo a scuola quella mattina…

Nella puntata di Quarto Grado in onda domani sera alle 21.15 su Rete 4, Gianluigi Nuzzi e Alessandra Viero si occuperanno anche dell’omicidio di Yara Gambirasio: la ragazzina, poco tempo prima di sparire, ha confidato al fratello di sentirsi a disagio a causa di un uomo, che probabilmente la spaventava. Era Massimo Giuseppe Bossetti quell’uomo che incuteva timore alla povera Yara?

Non mancheranno, infine, gli aggiornamenti sul giallo di Garlasco: è stato Alberto Stasi ad uccidere Chiara Poggi? Le indagini non si fermano e la verità potrebbe essere finalmente dietro l’angolo.