X


GF Vip, Andrea Zenga provocato da Maria Teresa Ruta: “Volevi farti notare”

Scritto da , il Febbraio 4, 2021 , in Grande Fratello
foto maria teresa ruta andrea zenga

GF Vip, Andrea Zenga parla della sua adolescenza e confessa: “Ero un disastro”

Andrea Zenga, raccontandosi ai coinquilini del GF Vip, ha raccontato una versione di sé che pochi si aspetterebbero vista l’immagine che si ha di lui. Andrea, infatti, ha raccontato che da adolescente era una vera e propria peste, fino a che andare a giocare a calcio lontano da casa non lo ha rimesso in riga cambiandolo. Quando la madre ha divorziato, Andrea non si é subito trasferito nella nuova casa, a pochi metri dalla sua precedente, ma é rimasto a vivere da solo, ad oggi non riuscendosi a spiegare il perché. Volevi farti notare” ha commentato ridendo Maria Teresa Ruta, con un tono un po’ provocatorio ma anche con la dolcezza tipica di una mamma. “Ero un disastro” ha raccontato poi Andrea Zenga riferendosi alla sua evoluzione come studente dopo le elementari, spiegando che a pensarci oggi non ci puó credere.

Andrea Zenga si racconta al GF Vip: “Giocare a calcio fuori mi ha aiutato”

Proseguendo nel suo flusso di ricordi, Andrea Zenga ha raccontato il momento in cui ha ´messo la testa a posto´, spiegando che deve tutto al periodo in cui ha cominciato a giocare a calcio lontano da casa, dopo aver superato un provino in estate. “Giocare a calcio fuori mi ha aiutato, sono abituato a dormire nelle camerate…poi sono andato a Trento, in una casa eravamo in venti tutti diciottenni”. Maria Teresa Ruta allora, principale confidente di Andrea durante il suo racconto, si é fatta un bel sorriso al racconto del figlio di Walter, cercando di conoscere quante piú ´colpi di testa´ possibili compiuti dall’ormai maturato e diligentissimo vippone, che ha dimostrato la sua maturitá anche nel confronto con il padre, da cui si aspettava altro.

GF Vip, Andrea Zenga e l’aneddoto sul calcio: “Abbiamo litigato ed é andato via”

Andrea Zenga, che in passato ha giocato a calcio nelle serie minori, proprio alle esperienze sportive lontano da casa deve, a sua detta, l’esser maturato in un certo modo. L’esperienza che Andrea ricorda con piú affetto risale a quando aveva diciotto anni, e si trasferí a Trento dove viveva con venti suoi coetanei, con i quali ne ha combinate di ogni. “All’inizio non ci controllavano, poi é venuto il segretario della squadra a controllarci, peró abbiamo litigato quindi é andato via, faceva la spia al presidente di quello che facevamo”. Maria Teresa Ruta e apparsa di nuovo molto divertita dai racconti di Andrea Zenga, ed anche il pubblico sicuramente avrá apprezzato il suo starsi aprendo.