X


Lui è peggio di me, Marco Giallini provoca Panariello: “È troppo pignolo”

Scritto da , il Febbraio 11, 2021 , in Programmi Tv
Foto Lui E' Peggio Di Me Giorgio Panariello Marco Giallini

Lui é peggio di me, Marco Giallini svela alcuni retroscena sulla collaborazione con Giorgio Panariello

Giorgio Panariello e Marco Giallini debutteranno finalmente in Tv con Lui é peggio di me stasera, 11 febbraio su Rai 3. Si tratta di uno spettacolo a metà tra il varietà e la sit com, che i due, nel corso di una presentazione online hanno battezzato come sit-show. Lo show si terra in due studi confinanti ma separati e accoglieranno diversi ospiti in comune. Intervistati al settimanale Visto, i due hanno raccontato di questa nuova esperienza che stanno per intraprendere insieme e in particolare, Marco Giallini ha ironicamente provocato Giorgio Panariello confidando: “Lui é davvero peggio di me perché é molto preciso. Per me non é una qualitá. É troppo pignolo. É peggio di me! O magari meglio…“. Alla provocazione non manca la replica del comico toscano che si difende dichiarando: “Lui é peggio di me perché é piú distratto, più ritardatario. Ha una vita completamente diversa dalla mia. Lui viene dal cinema, ha dei tempi differenti“. Giorgio Panariello ha poi raccontato come si sono conosciuti, spiegando di aver incontrato il collega Giallini ad una cena. I due hanno sin da subito capito di avere parecchie affinità e con il tempo hanno capito che avrebbero potuto lavorare bene insieme e hanno dato vita a Lui é peggio di me.

Marco Giallini e Giorgio Panariello uniti anche dallo stesso dolore: la perdita di un caro

Giorgio Panariello e Marco Giallini si sono definiti due poli opposti, ma entrambi hanno trovato l’uno nell’altro un amico con cui condividere un dolore che li accomuna: la perdita di un fratello. Giorgio Panariello in particolare ha voluto spiegare a Visto questo aspetto delicato e ha dichiarato: “Abbiamo conosciuto lo stesso dolore che comporta la perdita di un fratello. Io l’ho raccontato nel mio libro autobiografico. Dell’esperienza di Marco si sa meno, così magari nel corso delle puntate ci sarà anche un accenno a questo. Anche lui, come me, ha avuto delle sofferenze sul lavoro. E raccontiamo che per noi la vita non é sempre stata semplice“. Giorgio Panariello e Marco Giallini hanno in comune anche l’esperienza lavorativa in teatro, e in merito hanno dichiarato come sia ingiusto che i teatri siano ancora chiusi, in quanto luoghi di cultura importanti in cui si possono applicare facilmente le giuste restrizioni e i giusti controlli.

Giorgio Panariello sulle nuove modalità del Festival di Sanremo 2021: “Non sarà facile”

Giorgio Panariello, che finalmente ieri ha rotto il silenzio sullo show, e Marco Giallini, hanno dovuto fare i conti con un nuovo show senza la presenza del pubblico invitato, ma con un pubblico pagato per motivi di sicurezza, e per loro non é stato facile. Allo stesso modo, anche il Festival di Sanremo sta facendo i conti con una platea semivuota a causa delle restrizioni, e Giorgio Panariello, ha espresso le sue idee in merito: “Il pubblico dell’Ariston, sia quello che guarda da casa che quello in sala fa una paura mortale. Conoscendo Fiorello so benissimo che quando entra in scena, pur essendo spavaldo ha anche lui delle insicurezze e un po’ di ansia da prestazione(…)Stavolta dovrà rivolgersi direttamente al pubblico a casa. Non sarà facile, ma credo che con il suo talento riuscirà a dimenticarsi che non ha nessuno davanti“.