X


Natalia Paragoni, retroscena vita privata: “Ecco perché venivo denigrata”

Scritto da , il Maggio 28, 2021 , in Gossip
foto Natalia Paragoni

Natalia Paragoni, confessione privata: “Da piccola venivo giudicata dalle ragazze”

Natalia Paragoni, ex corteggiatrice di Uomini e Donne nonché ormai storica fidanzata di Andrea Zelletta, proprio ad aprile aveva fatto uscire il libro ‘La vita secondo Naty’ dove la giovane modella si racconta e svela tante sfumature della sua vita e del suo passato. Uno degli argomenti primari del libro é il suo passato turbolento, infatti, Natalia Paragoni a Uomini e Donne Magazine, ha raccontato un capitolo del suo libro, quello dedicato al bullismo, spiegando: “Da piccola venivo denigrata perché giocavo con i ragazzi, a loro piaceva stare con me senza malizia, ma le altre ragazze non lo capivano e mi giudicavano. Per me, l’importante era solo sentirmi amata”.

Natalia Paragoni parla del suo aborto: “Ero una ragazza troppo immatura”

Un altro argomento molto delicato affrontato da Natalia Paragoni nel suo libro è il dramma dell’aborto. L’ex corteggiatrice infatti, prima di ritrovare l’amore nelle braccia di Andrea Zelletta, stava con un ragazzo più grande di lei da cui è rimasta incinta. Intervistata a Uomini e Donne Magazine, Natalia Paragoni ha raccontato alcuni retroscena su questo capitolo molto delicato della sua vita spiegando: “Quando ripenso a quella fase della mia vita vedo una ragazza forse troppo immatura. Quando sono rimasta incinta, di un ragazzo molto più grande di me, mi sono detta “perché no?!”, pur sapendo di non avere accanto l’uomo giusto”.

Andrea Zelletta e Natalia Paragoni presto genitori? Lei: “Ne parliamo tanto”

Con Andrea Zelletta, Natalia Paragoni ha finalmente ritrovato la sua serenità e il suo equilibrio. A Uomini e Donne Magazine, Natalia, con cui Zelletta punta al matrimonio nei prossimi anni, ha raccontato di aver sempre conservato un istinto materno, motivo per cui, ad oggi, con Andrea si parla spesso di un’eventuale allargamento della famiglia: “Io e Andrea ne parliamo tanto, ma vogliamo aspettare di essere più realizzati, anche se non penso manchi molto”.