X


Giulia Salemi spiazza: “Trovo tutto molto triste”, il toccante sfogo

Scritto da , il Agosto 17, 2021 , in Personaggi Tv
foto Giulia Salemi imprevisto

Giulia Salemi sconvolta dalla presa di Kabul: “Ancora terrore”

Nelle ultime ore il mondo é stato sconvolto da una notizia molto triste: dopo molti anni di guerra e di tentativi di tregua, il gruppo dei talebani ha fatto irruzione a Kabul prendendo la cittá e decretando di fatto la caduta del governo afghano, con conseguenze drastiche per gli abitanti del posto. Le truppe occidentali hanno smantellato gli ultimi residui di difesa in appoggio all’Afghanistan, ed anche il presidente é scappato annunciando, di fatto, la resa. La notizia non ha lasciato indifferenti e moltissime persone si sono espresse a tal proposito, tra cui Giulia Salemi, che ha commentato duramente: Trovo tutto moltro triste, questa disparitá tra sessi, il fatto che si possa ancora vivere nel terrore, con oppressione e violenza”.

Giulia Salemi senza parole sulle vicende afghane: “Non mi capacito”

Il Medio Oriente non dorme sonni tranquilli, infatti questa immensa terra dai mille colori e dalla cultura millenaria ancora una volta si trova ad annaspare in un mare di grigiume fatto di guerre e di situazioni politiche molto difficili, soprattutto per quanto concerne poi la vita dei cittadini. “Non mi capacito del fatto che nessuno riesca a fare qualcosa” ha scritto triste e delusa Giulia Salemi a proposito della presa di Kabul da parte dei talebani, gruppo estremista che si ripercuoterá anche, ad esempio, sulle donne, costrette ad indossare nuovamente il burqa dopo vent’anni.

Giulia Salemi dedica un pensiero all’Afghanistan: “Non e’ un ferragosto”

Giulia Salemi, che di recente ha confessato di avere un problema, é da sempre molto attenta anche alle dinamiche sociali soprattutto relative a quanto concerne i diritti delle donne, ed anche nel caso della presa di Kabul da parte dei talebani si é rammaricata per i passi indietro, in termini di diritti e libertá, che ci saranno a causa delle norme piú severe previste dalla shariah. “Questo non é un ferragosto che ci auguravamo di vivere nel 2021″ ha scritto Giulia dedicando un momento alle persone coinvolte, e non spiegandosi come anche l’Occidente non sia riuscito ad intermediare.