Tutorial Detto Fatto, 9 gennaio 2015: deliziosi cappelli del prete ripieni di pollo

By on gennaio 9, 2015
foto cappelli del prete

Lunedì ci è stato presentato un piatto ottimo per degli aperitivi tra amici (spiedini di scampi di Ilario Vinciguerra), poi è stato il turno delle gustosissime crocchette di miglio di Paola Galloni mentre ieri a stupirci con i loro dolci è stata la famiglia Fiasconaro; quest’ultimi ci hanno preparato in diretta la crostata di frutta secca. Oggi, per chiudere la settimana in bellezza, Detto Fatto ha chiamato nella sua cucina il re della sfoglia, Beniamino Baleotti, il quale ci ha presentato un primo piatto degno di nota.

La ricetta odierna di Detto Fatto è: deliziosi cappelli del prete ripieni di pollo. Iniziate con il preparare il cosiddetto “brodo matto“, ossia un tipo di brodo che si fa solo con un osso e senza carne. Gli ingredienti potete vederli nella gallery ed è veramente semplice da realizzare: mettete nella pentola tutti gli ingredienti e aggiungete sale grosso, alloro e salvia in foglie intere; fate bollire per circa 3 ore.

La seconda fase della ricetta prevede la realizzazione della sfoglia (anche qui, per sapere le dosi esatte e gli ingredienti da utilizzare dovete andare nelle ultime foto della gallery sottostante): frullate i funghi fino a farli diventare una polvere che unirete successivamente alle farine; mettete le farine assieme, fate un vulcano, aggiungete le uova e impastate. Fate riposare il composto per 30 minuti avvolto dalla pellicola trasparente.

foto_cappelli_01

E’ arrivato il momento del ripieno; per preparare quest’ultimo occorrono: 200 grammi di petto di pollo, 100 grammi di mortadella, 100 grammi di parmigiano, 50 grammi di prosciutto cotto, un uovo intero, sale e pepe quanto basta. Disossate il pollo e tagliatelo a pezzettoni; successivamente frullatelo assieme alla mortadella e al prosciutto cotto. Raccogliete in una terrina tutto il composto tritato aggiungendoci un uovo, il formaggio, noce moscata e sale ottenendo un composto omogeneo.

Ora stendete la pasta non troppo sottile e con l’aiuto di un tagliapasta rotondo, fate delle incisioni sulla sfoglia ottenendo dei dischetti; riempite quest’ultimi con il vostro ripieno e chiudete a mezzaluna ogni pezzo. Ora dovete attorcigliare ogni pezzo attorno al vostro dito per dargli la forma di un cappello; successivamente, con le dita appiattite i bordi e metteteli a bollire nel brodo.

Non vi resta che preparare il sugo con gli ingredienti illustrati nelle foto della gallery: mettete del burro a scaldare in padella e aggiungeteci la salvia con il rosmarino, precedentemente tritati. Quando i cappelli del prete ripieni di pollo sono cotti, li saltate nel burro aromatizzato aggiungendo del formaggio e il brodo preparato prima. Servite il vostro piatto come in foto e … Detto Fatto: deliziosi cappelli del prete ripieni di pollo.

Noi ci vediamo lunedì prossimo, buon week end a tutti voi!

About Alessandro Petroni

Nato a Roma il 19 Febbraio 1988, è laureato in Psicologia Clinica e laureando in Sessuologia e Psicologia della Devianza. E' un appassionato di televisione, musica, cinema e tutto ciò che gira attorno a queste forme d'arte, compreso il gossip. Amante dei reality e talent show, si diverte a criticare e scrivere sul mondo dello spettacolo sempre con professionalità.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *