X


Lamberto Sposini sta meglio e torna sorridere: aperto il suo profilo Instagram

Scritto da , il Marzo 5, 2015 , in Personaggi Tv Tag:, ,
sposini e venier

Ricorderete tutti di Lamberto Sposini, ex conduttore de “La Vita in diretta” quando nel lontano 29 Aprile 2011 ebbe un malore poco prima della diretta della trasmissione. In questi anni, la famiglia Sposini ha preferito mantenere il silenzio per evitare l’onda mediatica e dedicarsi totalmente a Lamberto che si trovava in uno stato di salute poco tranquillo. Nonostante ciò, il conduttore non ha mai mollato e sono stati tanti gli amici e i colleghi che lo hanno sostenuto in questa “avventura” di vita che lo ha colpito.

Tra questi, come non citare la grandissima Mara Venier che puntualmente era li a sostenerlo e a confortarlo. Infatti, proprio dal suo profilo Instagram abbiamo letto la notizia che Lamberto sta meglio e si riprendendo e grazie a Mara anche lui è diventato un nuovo iscritto del social.

Anche Lamberto è su Instagram, seguitelo tutti. @lamberto_sposini #lambertoilmioamore il profilo di Lamberto è gestito direttamente dalla sua famiglia e da lui“. Questo il post di Mara dove si percepisce la sua grande gioia.

Presto magari avremo finalmente l’onore di rivederlo in tv nella conduzione di qualche trasmissione televisiva e perchè no, magari di nuovo alla “Vita in diretta“. Intanto però, in questi giorni in rete si parla di una notizia che riguarda Lamberto sulla richiesta di risarcimento da parte della sua famiglia sul malore avvenuto in Rai.

I legali di Sposini avevano accusato per il ritardo dei soccorsi e le diagnosi errate. I parenti del volto televisivo avevano parlato di 40 minuti di attesa per l’arrivo dell’ambulanza, documentando la circostanza con i tabulati e le registrazioni delle telefonate al 118. Secondo la famiglia, si sarebbe perso tempo portando Lamberto all’Ospedale “Spirito Santo di Roma” e non direttamente al “Policlinico Gemelli”. Il Tribunale del lavoro ha deciso che il giornalista non avrà alcun risarcimento e adesso gli avvocati ricorreranno in Appello.