X


Paolo Bonolis Ciao Darwin, spettatrice tuona: “Trovo di cattivo gusto…”

Scritto da , il 6 Giugno, 2020 , in Programmi Tv
Foto Paolo Bonolis Ciao Darwin ascolti

Ciao Darwin Paolo Bonolis, spettatrice tuona: “Di cattivo gusto le inquadrature troppo ravvicinate

C’è sempre qualcuno pronto a criticare un programma come Ciao Darwin: che sia un critico televisivo affermato o l’ultimo degli spettatori. Dopo le critiche mosse a Paolo Bonolis e al suo apostrofare le persone in sovrappeso come ‘ciccioni’ (quando loro sono i primi a non offendersi minimamente), è arrivato il turno di un classico delle lamentele: l’esposizione del corpo delle bellissime donne che serata dopo serata incantano lo sguardo del pubblico in studio e da casa. Scrive una spettatrice ad Alessandro Cecchi Paone su Nuovo Tv: “Trovo di cattivo gusto le inquadrature troppo ravvicinate, specialmente in prima serata. Non è uno spettacolo edificante”.

Alessandro Cecchi Paone difende Ciao Darwin e Paolo Bonolis: “Non percepisco volgarità”

Persona colta e intelligente, Alessandro Cecchi Paone ha replicato alla spettatrice indignata per le inquadrature troppo ravvicinate di Roberto Cenci sui meravigliosi corpi delle donne di Ciao Darwin: “Quando vado da Paolo non percepisco volgarità intorno a quelle ragazze bellissime che svolgono il loro rispettabilissimo lavoro”. Le Madri Natura di Paolo Bonolis sono ragazze e modelle rispettato nel loro campo la cui fama, dopo aver partecipato a un programma di successo come Ciao Darwin, cresce in maniera esponenziale: basti pensare a Paola Di Benedetto, che è poi finita a vincere il GF Vip o a Sara Croce, che ora è Bonas di Avanti un altro, o ancora Ema Kovack (che ha partecipato a Pechino Express).

Madre Natura Ciao Darwin, Cecchi Paone dice la sua: “Non è così che si manca di rispetto alle donne”

“Non è così che si manca di rispetto alle donne” si è espresso giustamente Alessandro Cecchi Paone, “e poi lo stesso trattamento riservato alle donne, viene riservato anche ai colleghi uomini”. Proprio così: come c’è Madre Natura, c’è anche Padre Natura; come c’è il defilé femminile, c’è anche quello maschile. Ciao Darwin è egualitario e, forse, è la trasmissione più femminista che esista.