La prova del cuoco, i piatti del 2 febbraio 2015: le ricette di Master Blog e tanto altro

By on febbraio 2, 2015
foto la prova del cuoco 2 febbraio

Archiviata la parentesi politica che ha di fatto spazzato via la puntata de La prova del cuoco di sabato, siamo tornati battaglieri con una rubrica nuova di zecca. L’evoluzione di Anna 2.0 si chiama Master Blog e nasce con l’intento di equilibrare la sfida. Ai fornelli del Nomentano 3, Roberta Castrichella (CEO di RobySushi) e Manuela Boldi, fondatrice di “In Cucina con la Cipollina“. Le due giovani appassionate di food hanno realizzato il loro piatto più riuscito e saranno giudicate da Anna Moroni, Marco Parizzi e Natalia Cattelani.

Una tagliatella ajo, ojo e broccoletti per Roberta Castrichella e dei petti di pollo impanati con le patatine per la Boldi, ma la giuria ha preferito il piatto più sano della fondatrice di RobySushi. Chi sarà la prima Master Blog de La prova del cuoco? Presto lo scopriremo! Come sempre, La prova del cuoco ci viene incontro e soddisfa tutti i nostri desideri. Per gli amanti del pesce, Gianfranco Pascucci ha realizzato degli spaghetti ai ricci di mare e lupini, mentre Marco Bottega ha pensato alla carne, con i suoi cubi di maiale con crema di broccolo e cipolla arrosto (tutte le ricette de La prova del cuoco del 30 gennaio 2015 sono reperibili cliccando qui).

Per i piatti della tradizione, dobbiamo invece tornare ancora un po’ indietro nel tempo. Se si parla di tradizione non possiamo fare a meno di nominare Alessandra Spisni. I suoi garganelli robiola e rucola, con i carciofi alla Dumas di Luisanna Messeri rappresentano un pranzo completo per veri intenditori (le pietanze de La prova del cuoco del 29 gennaio 2015 sono disponibili cliccando qui). Non ci resta che andare a scoprire le ricette di Master Blog e le altre proposte culinarie de La prova del cuoco di oggi.

foto_tagliatella_calamaro

Tagliatella di calamaro ajo, ojo e broccoletti di Roberta Castrichella. Ingredienti: 240 g di calamari freschi, 150 g di broccoletti già lessati, 5 pomodori secchi sott’olio, 2 fette di pane, 1 peperoncino fresco, 1 spicchio d’aglio, olio extravergine d’oliva, sale. Lessiamo i broccoletti. In una padella antiaderente, facciamo imbiondire l’aglio privato dell’anima in tre cucchiai d’olio. Scoliamo i broccoletti direttamente in padella, aggiustiamo di sale e insaporiamo con il peperoncino. Facciamo saltare a fiamma vivace per circa 5′. Sbricioliamo la mollica di pane e ripassiamola in padella con poco olio per circa 5′, fino a quando non diventerà croccante. Leviamo i pomodori dall’olio, facciamoli scolare bene e tagliamoli a striscioline sottili. Puliamo bene i calamari e tagliamoli per il senso della lunghezza, in modo da ottenere le tagliatelle. Facciamoli scottare nella padella di cottura dei broccoletti, con poco olio, sale e un pizzico di peperoncino. Uniamo i broccoletti ai calamari e facciamo insaporire per bene. Serviamo con i pomodori e la mollica croccante.

Petti di pollo impanati nelle patatine con salsa di yogurt alla senape di Manuela Boldi. Ingredienti: 1 petto di pollo intero, 2 uova, 1 confezione grande di patatine classiche. Ingredienti per la salsa: 125 mL di yogurt bianco, 125 g di maionese, 1 cucchiaino di senape, succo di limone q.b., sale, songino q.b. Iniziamo sbriciolando le patatine. Tagliamo ora il petto di pollo a striscioline, sbattiamo le uova e passiamo la carne prima nelle uova e poi nelle patatine. Adagiamo la carne su una teglia da forno foderata e inforniamo a 200°C per 12-15′. Prepariamo la salsa unendo maionese, senape e yogurt con qualche goccia di succo di limone. Aggiustiamo di sale e versiamo in una ciotolina. Serviamo il petto di pollo caldo sull’insalata verde, accompagnato dalla salsa allo yogurt.

Pappardelle al ragù di cinghiale di Alessandra Spisni. Ingredienti per 8 persone: 500 g di farina da sfoglia, 5 uova, 500 g di polpa di cinghiale, 150 g di cipolla bionda, 1 carota, 1 costa di sedano, 75 g di lardo tritato, 250 g di passata di pomodoro, 1 bicchiere di latte, 1 bicchiere di vino secco, sale e pepe macinati. Realizziamo la sfoglia nella maniera classica, lasciamo riposare e tiriamola con il mattarello. Ripieghiamola su se stessa senza stringere troppo e tagliamo a strisce della larghezza tipica della pappardella. Tagliamo la carne a pezzi abbastanza grandi (della grandezza di un clementino) e lasciarla a marinare nel vino per 5-8 ore. Scoliamo la carne dal vino e tritiamo in un tritacarne dai fori grandi per una sola volta. Tagliamo sedano, carota e cipolla in maniera grossolana e facciamo stufare in una pentola dai bordi alti. Aggiungiamo la carne e facciamo rosolare a fiamma vivace. Bagniamo con il latte e, una volta assorbito, uniamo il pomodoro. Lasciamo cuocere a fuoco lento per circa un’ora, bagnando con acqua quando necessario. Cuociamo le pappardelle in acqua bollente e salata e servire calde condite con il ragù di cinghiale.

Pagnotelle allo Stroganoff di Andrea Mainardi. Ingredienti: 1 kg di polpa di manzo, 3 cipolle, 500 g di funghi champignon, 50 g di burro, 100 g di panna acida, olio extravergine d’oliva q.b., 1 mazzetto di prezzemolo, 1/2 bicchiere di Vodka, 50 g di passata di pomodoro, acqua q.b., farina q.b., sale e pepe q.b. Inoltre: 4 ciabatte di pane, 4 patate, 1/2 L di olio di semi di girasole. Facciamo soffriggere la cipolla tritata con metà del burro. Tagliamo i funghi grossolanamente e uniamo alla cipolla. Tagliamo la carne a straccetti e passiamo nella farina, quindi facciamo rosolare insieme ai funghi e al resto del burro. Sfumiamo con la Vodka. Uniamo il tutto in un’unica padella e aggiungiamo la panna acida, il pomodoro e il prezzemolo tritato. Lasciamo cuocere per 10 minuti. Friggiamo le patatine in olio bollente tagliate a fiammifero e serviamo la pagnotta ripiena di carne con le patatine.

Risotto allo zafferano di Evelina Flachi. Ingredienti per 1 persona: 80 g di riso Carnaroli, 20 g di cipolla, 5 cc di vino bianco, 10 g di grana grattugiato, 300 cc di brodo vegetale, zafferano, sale e pepe. Prepariamo il brodo vegetale con sedano, carota e cipolla (o uno scalogno, a seconda dei gusti). Facciamo tostare il riso a secco con la cipolla e bagniamo con il vino bianco. Portiamo a cottura con il brodo vegetale. A fine cottura, prendiamo un cucchiaio di risotto e frulliamo con il brodo vegetale. Mantechiamo il risotto con la purea, alla quale avremo aggiungo lo zafferano e la curcuma (se piace).

About Martina Dessì

Nata nel 1988, in un venerdì molto speciale… Dopo la maturità scientifica, conseguita a pieni voti, ha deciso di iscriversi al corso di laurea in Chimica. Non trascura la passione per la lettura, che nutre sin da bambina, divorando enormi quantità di libri. Quasi per caso, si trova ora ad inseguire il suo sogno, che sembrava ormai sopito, scrivere…

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *