The Voice, Francesco e Roby Facchinetti: “Funzioniamo perché siamo noi stessi”

By on marzo 10, 2015
foto Francesco e Roby Facchinetti

La più grande novità della terza edizione di The Voice of Italy è rappresentata dai due nuovi giudici del talent di Rai 2 che hanno sostituito Raffaella Carrà, ossia Roby e Francesco Facchinetti. La poltrona di uno dei quattro coach, infatti, è divisa in due tra i Facchinetti, padre e figlio. Stanno riscuotendo già un grande successo, sono divertenti, spumeggianti e complici. Anche i dati auditel stanno premiando la trasmissione. Solo qualche giorno fa Francesco Facchinetti ha voluto ringraziare i fans a nome del suo team per il boom di ascolti.

Intervistati dal settimanale Tv Sorrisi e Canzoni, i Facchinetti hanno raccontato com’è nata l’idea dell’accoppiata. Risponde Francesco: “Un giorno ci hanno chiamato gli autori del programma e ci hanno fatto questa proposta con grande stupore di entrambi”. Interviene Roby: “Qui Francesco si trova più o meno a casa sua, io ho fatto tv in un ruolo completamente diverso, avevo tanti dubbi”. Padre e figlio, però, concordano su una cosa: in trasmissione funzionano perché sono loro stessi.

Dice Roby: “Quest’avventura con Franci sta andando alla grande perché noi siamo a The Voice come nella vita reale: facciamo il padre e il figlio, i meccanismi e le dinamiche sono le stesse in camerino, a casa, al bar, in macchina…”. Francesco è realista, non crede che l’avrebbero chiamato da solo a fare il coach e Roby, probabilmente, non avrebbe accettato senza il figlio. Ma come si fa a mettersi d’accordo, due al posto di uno?

Francesco scherza: “Il 99 per cento delle volte è mio padre a schiacciare il pulsante, ci sono anche le magliette con la scritta ‘Roby schiaccia sempre lui'”. Pensano di essere diversi dagli altri coach perché abbracciano la musica a 360 gradi, anche per un fatto generazionale. Non c’è nulla che li divide musicalmente. Insomma i Facchinetti danno l’impressione di divertirsi davvero tanto a The Voice perché non dimenticano mai una cosa fondamentale, sono prima di tutto un padre e un figlio!

About Isabella Adduci

Nata a Cassano allo Ionio (Cosenza) nel 1978, si è laureata in Giurisprudenza all'Università degli Studi di Bari ed ha conseguito l'abilitazione all'esercizio della professione forense presso la Corte d'Appello di Catanzaro. Da sempre appassionata di televisione, cinema e spettacolo, ama scrivere e leggere libri di ogni genere, quotidiani, magazines. Il suo sogno è quello di diventare un apprezzato critico televisivo... sognare non costa nulla!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *