Barbara d’Urso nei guai? Pesanti accuse contro la conduttrice di Pomeriggio Cinque

By on maggio 12, 2015
foto conduttrice Barbara d'Urso

Barbara d’Urso è finita di nuovo nel mirino di Enzo Iacopino, Presidente dell’Ordine dei Giornalisti. La scintilla che ha provocato l’esplosione stavolta è stato un caso trattato dalla conduttrice a Pomeriggio Cinque (reduce dalla sfida a colpi di share con Rai1) venerdì scorso, ossia la tragica morte di Stefania Amalfi, trovata in fin di vita nel suo letto e deceduta poco dopo. Alessandro Argenziano, marito della ventottenne, sostiene si sia trattato di suicidio, ma l’uomo è attualmente indagato per omicidio.

Nella puntata di Pomeriggio Cinque trasmessa venerdì, Barbara d’Urso ha trattato questo caso delicato facendo intervenire tramite collegamento il marito e i familiari della vittima. Inevitabile lo scontro in diretta tra i familiari della donna e il presunto assassino, durante il quale sono state rese note informazioni molto personali che hanno violato la privacy della vittima.

A scagliarsi contro la conduttrice oggi è stato come suddetto Enzo Iacopino, che ha scritto una lettera al Garante della Privacy chiedendo un intervento immediato. Con la missiva, pubblicata sul Secolo XIX, il Presidente dell’Ordine dei Giornalisti ha asserito che la conduzione delle interviste contraddittorie tra i familiari della defunta e il presunto responsabile della sua morte, è stata realizzata da Barbara d’Urso in assenza di giornalisti, svelando abitudini e pratiche sessuali delle persone vicine alla donna deceduta, nonchè violenze che la donna stessa avrebbe subìto in passato.

Iacopino ha quindi chiesto all’Autorità competente: “Alla luce di tutte le segnalazioni e sollecitazioni arrivate circa la trasmissione in questione, si ha motivo di credere che non mancheranno da parte di codesta autorità le iniziative necessarie per l’applicazione della particolare disciplina di cui agli articoli n° 136 e 139 del codice sulla protezione delle informazioni personali tesa a contemperare il diritto all’informazione nonchè la libertà di stampa con i diritti della persona, sopratutto quello della riservatezza, vietando la diffusione di informazioni riservate, sensibili e personali che non rientrano nel normale esercizio del diritto di cronaca”. E’ l’inizio di una nuova guerra mediatica tra la conduttrice napoletana e il Presidente dell’Ordine dei Giornalisti?

About Emanuele Fiocca

Nato a Soveria Mannelli (Catanzaro) il 7 Luglio 1987, è un calabrese doc. Attratto dalla televisione fin da bambino, ha maturato negli anni esperienze in diversi programmi della RAI come Uno Mattina in Famiglia, Mezzogiorno in Famiglia, Alle Falde del Kilimangiaro, L'Arena e Domenica In, affiancando la passione per il piccolo schermo a quella per la scienza, che ha sempre caratterizzato il suo percorso di studi. Caporedattore de LaNostraTv dal 2014 al 2017, è il Responsabile Editoriale del sito.

5 Comments

  1. Edith

    maggio 13, 2015 at 02:38

    Bomm salvo sottile co co dura se sciarelli non rinuncia a chi la visto la trattativa con diret via nello si sta volgendo al termine

  2. Edith

    maggio 13, 2015 at 03:07

    Conosco Lorena bianchetti non è vero che si sposi in Vaticano se lo farà lo farà al suo paese natale d magio è un gran bugiardo tutti i bomm sono falsi cuccarini presenterà come dice TV blog o palinsesti autunnali Rai oltre verso vid

  3. Pingback: Barbara d’Urso nei guai? Pesanti accuse contro la conduttrice di Pomeriggio Cinque - SalernoRSS

  4. lina

    maggio 13, 2015 at 11:27

    da premettere che non sopporto la d’urso xchè si sente la prima della classe,non fà mai parlare nè i suoi inviati nè le persone che intervista,l’unica volta che ha fatto parlare qualcuno ha combinato disastri,come ha ben detto iacopino,che faccia fare questo lavoro chi ha le competenze e lo sappia fare bene.

  5. Rossella

    maggio 13, 2015 at 11:52

    Barbara D’Urso, sempre dal mio punto di vista, sul piano della comunicazione si trova nella posizione del principe Carlo d’Inghilterra. William ed Harry, a loro volta, fino a qualche anno fa rappresentavano le due facce della generazione dei “figli dei fiori.” William conservatore e Harry progressista, insomma: i tabloid inglesi con lui hanno avuto un bel da fare! Un suo matrimonio, ai tempi, non avrebbe sicuramente catalizzato l’attenzione dell’opinione pubblica internazionale e oscurato l’immagine della famiglia del fratello. La corona inglese rischia parecchio perché proprio il secondogenito di casa Windsor potrebbe indebolire il potere mediatico del successore di Elisabetta. In questo modo perderebbero tutto il loro prestigio e si ritroverebbero a fare compagnia al resto delle monarchie europee. Questo accade perché i ragazzi faticano a digerire gli ideali di quegli anni e chi li rappresenta; Harry, forse suo malgrado, si è costruito l’immagine del playboy ma le giovani non lo vedono come Alberto di Monaco perché pensano che l’uomo maturo che non ha incanalato la sua vita in un binario sia un libertino. Non guardano la cosa in prospettiva, non pensano al contesto, allo stile di vita e alle opportunità che la vita mette davanti a ciascuno di noi. Per i giovani di oggi abbiamo tutti le stesse opportunità (in effetti è così!) di conseguenza non c’è molta tolleranza, non c’è apertura mentale. Il Principe Harry è l’uomo che tutte le ragazze vorrebbero sposare. Più o meno è come lavorare con Boncompagni, per alcuni anni tutte sognavano di lavorare con lui perché dava l’idea di essere decisamente maschilista e per un’artista lavorare con lui è il top! Pensate che ha scritto Pazza idea, non so se mi spiego… genera una sorta di campo magnetico tale che anche se stai in silenzio non apparirai mai come un’oca giuliva!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *