Enzo Iacopino contro Barbara d’Urso: sfogo al vetriolo dopo la sentenza

By on marzo 1, 2016
foto enzo iacopino

Barbara d’Urso nel mirino di Enzo Iacopino: lo sfogo del Presidente dell’ODG

La sentenza è stata emessa dal Tribunale di Monza ieri e la notizia si è diffusa in rete a macchia d’olio nel tardo pomeriggio: l’accusa di “esercizio abusivo della professione giornalistica” (intentata più di un anno fa da Enzo Iacopino, Presidente dell’Ordine dei Giornalisti) nei confronti di Barbara d’Urso è stata rigettata e archiviata. Secondo la sentenza del Giudice per le indagini premilinari del Tribunale di Monza, la padrona di casa di Pomeriggio Cinque e Domenica Live svolge correttamente il suo ruolo di conduttrice di programmi di infotainment (informazione + intrattenimento). Una sentenza, quella del Tribunale di Monza, a quanto pare non condivisa dal Presidente dell’ODG, che stamani ha pubblicato un duro sfogo sulla sua pagina facebook ufficiale. Di seguito alcuni tratti dello stato pubblicato da Enzo Iacopino: “E’ IL PAESE DI BARBARA D’URSO. Lei ha ragione. E’ brava, è bella. Rispetta i sentimenti e i diritti delle persone, incapace di rimanere indifferente dinanzi alle tragedie altrui”. Inizia così il lungo sfogo del Presidente dell’ODG contro la conduttrice partenopea e la sentenza emessa dal giudice del Tribunale che si è occupato della vicenda.

Enzo Iacopino si scaglia contro Barbara d’Urso. Lo sfogo su facebook

“Interessata a far emergere la verità a volte con l’aiuto di sceneggiate come nel caso di Andrea Loris Stival. Preoccupata esclusivamente per il bene comune, partecipe del dolore altrui offrendo le testimonianze di facce contrite e lucciconi. Avanti quindi la barbaradursizzazione del nostro Paese”. Parole forti quelle di Enzo Iacopino, che in pochi minuti hanno fatto il giro del web. Il Presidente dell’Ordine dei Giornalisti ha poi proseguito asserendo: “Su conforme richiesta della Procura Giovanni Gerosa, il Giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Monza, ha disposto l’archiviazione dell’esposto che l’ODG ha presentato, con il quale sono stati segnalati comportamenti ritenuti disdicevoli tenuti dalla signora Barbara d’Urso cercando di accreditare un’attività giornalistica. Le sentenze si rispettano sempre, ma non in modo schizofrenico come fanno i difensori della signora d’Urso che gridano spesso al complotto. Prendo dunque atto di questa decisione”. Enzo Iacopino ha infine concluso affermando: “Se il GIP abbia visionato qualcuna dellle puntate di Domenica Live, non lo so, ma leggo che inutilmente defatigante e vano sarebbe imporre all’organo d’accusa l’acquisizione delle puntate di Domenica Live, com’è stato richiesto dall’Ordine Nazionale dei Giornalisti. Non facciamoli stancare”. Al post Iacopino ha allegato le foto dei documenti cartacei relativi alla sentenza.

About Emanuele Fiocca

Nato a Soveria Mannelli (Catanzaro) il 7 Luglio 1987, è un calabrese doc. Attratto dalla televisione fin da bambino, ha maturato negli anni esperienze in diversi programmi della RAI come UnoMattina in Famiglia, Mezzogiorno in Famiglia, Alle Falde del Kilimangiaro, L'Arena e Domenica In. Caporedattore de LaNostraTv dal 2014 al 2017, è il Responsabile Editoriale e Supervisore del sito.

2 Comments

  1. Pingback: Maria De Filippi e Maurizio Costanzo divisi (o uniti) dalla d’Urso: scontro o combutta? | LaNostraTv

  2. Pingback: Salvo Sottile verso l’entertainment: addio informazione e cronaca nera? | LaNostraTv

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *