Mara Venier trattata male? Spettatrice irrompe a Tu si que vales

By on ottobre 23, 2016
foto Mara Venier

Tu si que vales: Mara Venier difesa da una donna del pubblico

E’ stata una puntata particolarmente divertente e allegra quella di Tu si que vales andata in onda questa sera. Ma nell’atmosfera ridanciana del talent show di Canale 5 è serpeggiata l’ombra dell’insopportabilità tra due giudici in particolare: Teo Mammucari e Mara Venier. Fin dall’inizio del programma i due si sono punzecchiati a vicenda lanciandosi delle frecciatine apparentemente innocue. Si credeva che potessero finire lì, invece, verso il termine della trasmissione, c’è stato un episodio che ha sconvolto il pubblico. Dopo l’esibizione del primo coro dichiaratamente gay, Teo Mammucari ha simpaticamente voluto attaccare la zia Mara quando quest’ultima si è alzata dalla poltrona per andare ad abbracciarli con un caloroso “Belli della zia”.

Mara Venier a Tu si que vales, spettatrice in studio la difende: “Basta!”

E’ successo al termine di un’esibizione a Tu si que vales. Dopo che Mara Venier ha abbracciato con trasporto e calore il portavoce del primo coro dichiaratamente omosessuale, Teo Mammucari ha voluto scherzare dicendole che loro hanno tutt’altri gusti, e che trovava inutile il suo gesto, continuando su un tono fintamente polemico. La zia Mara, però, non sopportando i discorsi del quarto giudice, ha sbottato con un liberatorio “Aaaaah, Teo!” come per dire di smetterla. Ed è qui che l’inevitabile si è palesato di fronte agli occhi dei telespettatori sotto forma di una signora del pubblico che, scesa accanto a Mara Venier, ne ha preso le difese contro Teo dichiarando “Basta trattarla male, potrebbe essere tua madre”. Al ché il giudice si è arreso dicendo che per lui, quanto detto dalla signora, rappresenta un onore. Dopo la frecciatina di Teo Mammucari alla Venier, ecco che i due si sono scontrati nuovamente.

About Denis Bocca

Critico cinefilo (non tutti lo sono) molto radical e poco chic. Non crede in Dio, ma in Al Pacino. Le sue passioni formano un trittico indissolubile: cinema, letteratura, televisione. Caporedattore de LaNostraTv dal 2017 (già Vicecaporedattore nel 2016) e Supervisore, scrive anche per tre siti di cinema tra cui il suo (Scrivenny 2.0). Con LaNostraTv ha trovato lo spazio ideale per scrivere di televisione, finalmente.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *