Eleonora Brigliadori fa causa alla Rai dopo l’espulsione da Pechino

By on settembre 21, 2018
foto Eleonora brigliadori denuncia rai Pechino express

Pechino Express: Eleonora Brigliadori fa causa a Rai e Magnolia

Ieri sera, giovedì 20 settembre, è andata in onda la prima puntata della settima edizione di Pechino Express. Eleonora Brigliadori torna a farsi sentire dopo le polemiche che negli scorsi mesi l’hanno vista protagonista. L’attrice e showgirl, infatti, era stata fatta fuori dal cast di Pechino Express per le sue convinzioni alternative in merito alla chemioterapia, gli psicofarmaci e i vaccini. A giugno, inoltre, aveva scritto in un post, pubblicato sui suoi profili social, che ricordava un servizio di Nadia Toffa per Le Iene sul cancro: “Chi è causa del suo male pianga se stesso”. Quella frase aveva scatenato l’indignazione tanto da spingere Rai2 e la produzione Magnolia ad escludere Eleonora Brigliadori dal programma a cui doveva partecipare con il figlio. Attraverso la sua pagina Facebook l’ex annunciatrice ha annunciato azioni legali contro la Rai e Magnolia:

“In occasione della messa in onda della prima puntata del programma Pechino Express ho dato incarico, allo Studio dell’Avv. Lo Foco, di depositare la vertenza giudiziaria contro Magnolia e RAI, per l’ingiusta esclusione, mia e di mio figlio Gabriele, dal programma stesso”.

Eleonora Brigliadori denuncia la Rai dopo l’esclusione da Pechino Express

La prima puntata della nuova stagione di Pechino Express è stata vista quasi 2 milioni di telespettatori e il 10% di share, superando nella gara auditel anche Canale 5. Grande successo hanno riscontrato I Mattutini, la coppia formata da Adriana Volpe e Marcello Cirillo. Fatta fuori dal’adventure game e dalla Rai, Eleonora Brigliadori non molla. Sui social ha fatto sapere di aver fatto una vertenza contro la sua espulsione da Pechino Express. L’attrice e showgirl ha atteso la messa in onda della prima puntata per passare dalle parole ai fatti, ricordando a tutti che è iscritta all’ufficio di collocamento lavoratori dello spettacolo e scritturata dal programma stesso con il nome spirituale Aaron Noel. Secondo la Brigliadori, la sua espulsione è stata ingiusta e il vero motivo è da riscontrare nella posizione sui vaccini non condivisa dal conduttore Costantino della Gherardesca e dalla trasmissione, più che dal tanto discusso post in cui commentava la battaglia contro il cancro della conduttrice e inviata de Le Iene Nadia Toffa. L’attrice e il figlio Gabriele Gilbo sono stati sostituiti a Pechino Express dalla coppia delle Signore della Tv, Patrizia Rossetti e Maria Teresa Ruta. Nella conferenza stampa di presentazione del programma, Costantino della Gherardesca aveva commentato la vicenda Brigliadori, dicendo che la Rai si è schierata dalla parte della scienza:

“Io ho fatto anche una campagna per i vaccini qualche anno fa per l’Unicef. La trovo una posizione giusta da servizio pubblico, pro scienza in questo periodo di troppa disinformazione”.

About Marco Santoro

Laureando all'Università Kore di Enna, frequenta il corso di Scienze e Tecniche Psicologiche. Come autore radiofonico ha firmato undici programmi, come produttore e conduttore è stato on air a Generazione Talenti, intervistando i ragazzi di Amici e di altri talent. Gestisce i siti di un'orchestra siciliana e di un cantante italiano. È impegnato nella presentazione di spettacoli e in attività manageriali.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *