X


Will Smith ospite a Sanremo, siparietto con Carlo Conti: separati alla nascita

Scritto da , il Febbraio 15, 2015 , in Personaggi Tv Tag:,
foto will smith

Il Festival di Sanremo volge alla fine e sul palco dell’Ariston è arrivata anche la star internazionale Will Smith in splendida forma, l’attore ha scherzato con Carlo Conti sul palco creando un’atmosfera del tutto confidenziale e leggera, sul palco del Festival è stata così smorzata la tensione prima del verdetto finale.

Il 5 marzo in Italia uscirà il nuovo film di Will Smith, che – dopo Gianna Nannini come super ospite a Sanremo – sul palco dell’Ariston è arrivato ed ha messo in scena un simpatico siparietto proprio con Carlo Conti. I due hanno scherzato come due vecchi amici: “Abbiamo frequentato la stessa scuola, Carlo era bravissimo in matematica, io gli passavo i compiti di inglese”.

Will ha raccontato di essere molto legato all’Italia dove spesso viene a passare le sue vacanze, senza dimenticare la sua collaborazione con il regista italiano Muccino in ben due film tra cui il famosissimo “La ricerca della felicità”. Ripercorrendo la carriera di questo attore giunto alla soglia dei 46 anni, Carlo Conti ha ricordato che Smith ha interpretato anche Muhammad Alì, ed ecco scattare l’ennesimo siparietto tra i due.

Presente in sala anche Pino Insegno che come doppiatore ha impersonato molte volte la voce italiana di Will Smith: i due si sono stretti la mano giocando nel doppiaggio di una celebre battuta proprio del film “Alì” ed è proprio Insegno a far scattare l’ennesima risata dell’Ariston: “Will è più chiaro di Carlo Conti” alludendo al colore della pelle così tanto chiacchierato – e su cui tanto si è sempre scherzato – del noto conduttore di casa Rai.

E’ stata inoltre “Nel blu dipinto di blu” di Domenico Modugno la canzone italiana intonata da Will, che ricorda con affetto: “La cantava mia nonna”. Sulle battute finali è entrata infine l’attrice biondissima Margot Robbie che insieme a Will Smith è protagonista del film prossimo al’uscita in italia “Focus”.