X


Cotto e Mangiato, 30 marzo 2015: carciofi, fave e piselli. La cucina vegana

Scritto da , il Marzo 30, 2015 , in Programmi Tv Tag:,
Cotto e Mangiato: carciofi, fave e piselli

Un piatto che è un tripudio di bontà e di proprietà quello presentato oggi da Tessa Gelisio nella cucina di Cotto e Mangiato: la regina dei fornelli di Italia 1 ha infatti deliziato il palato dei telespettatori con carciofi, fave e piselli, piatto perfetto per vegetariani, vegani e non solo. Carciofi, fave e piselli che, messi insieme, regalano una quantità proteica pari a quella di una bistecca. Per la preparazione, la conduttrice ha utilizzato carciofi sardi, specificando che la ricetta le è stata consigliata dal suo fidanzato (che è appunto sardo).

Per realizzare questo gustoso piatto a base di carciofi, fave e piselli, protagonista della puntata odierna di Cotto e Mangiato, bisogna pulire 4 carciofi, tagliando e pulendo bene il gambo. Tagliare poi le foglie esterne in quarti ed eliminare la barbetta. Sbucciare 1 chilo di fave, tenerle da parte e andare ai fuochi: fare un soffritto scaldando un goccio d’olio extravergine d’oliva in una padella e aggiungendo 1 spicchio d’aglio e un quarto di cipolla tagliata a pezzetti abbastanza grandi.

Aggiungere quindi i carciofi, da lasciar rosolare e cuocere per una decina di minuti circa, allungando con dell’acqua o meglio ancora con qualche mestolo di brodo vegetale (sfoglia la gallery fotografica sottostante per vedere alcune immagini di questi deliziosi carciofi con fave e piselli, un piatto assolutamente da rifare a casa).

[imagebrowser id=14391]

Quando il brodo si è ben ritirato, aggiungere 250 grammi di pisellini surgelati e le fave (che sono ricchissime di vitamina A, un vero e proprio toccasana per la pelle, come svelato da Tessa). Saltare, allungare coon 4-5 mestoli di brodo vetegale, coprire con il coperchio, abbassare il fornello e lasciar cuocere per 20 minuti. Successivamente scoprire, cuocere per altri 10 minuti e controllare di sale.

Tempo di preparazione complessivo: quasi mezz’ora. Spesa da sostenere per acquistare tutti gli ingredienti: circa 6/7 euro. Impiattare e consumare caldo: cotto… e mangiato! Come ha calcolato il Dottor Saibene, nutrizionista dell’Ospedale San Raffaele di Milano, questo piatto regala soltanto 300 calorie. Buon appetito!

Goditi anche un meraviglioso dolce: scopri cliccando qui la ricetta dello strepitoso zuccotto ai frutti di bosco presentato nell’appuntamento di venerdì. Un dessert straordinario, che non può assolutamente mancare sulla tavola di Pasqua. Irresistibile…