X


Lino Guanciale dopo il referendum: il messaggio inaspettato

Scritto da , il Dicembre 5, 2016 , in Personaggi Tv Tag:,
foto Lino Guanciale

Lino Guanciale dice la sua sull’esito del referendum

Ieri 4 dicembre 2016 si è tenuto il referendum sulla riforma della Costituzione, ha vinto il NO con oltre il 60% dei voti. Altissima l’affluenza, oltre il 68%. Il Presidente del Consiglio, Matteo Renzi, nel pomeriggio salirà al Quirinale per rimettere il mandato nelle mani del Capo dello Stato, Sergio Mattarella. Si è ufficialmente aperta la crisi di governo. Molti volti noti dello spettacolo italiano si sono schierati a favore del SI o del NO. Lino Guanciale, qualche tempo fa, si è schierato apertamente a favore del SI scatenando non poche polemiche. All’indomani dell’esito del referendum costituzionale, l’attore abruzzese ha voluto dire la sua. Ecco il messaggio pubblicato pochi minuti fa da Lino Guanciale sul suo profilo Facebook:

“Viva la democrazia e congratulazioni a chi ha vinto! Un’affluenza così alta è un segnale importante, a prescindere dall’esito finale del referendum. Se si andasse sempre così in tanti a votare, questo nostro Bel Paese probabilmente sarebbe più sano…”.

L’attore spera che adesso le forze progressiste si ricompattino per non lasciare spazio alle spinte populiste e si augura che da certa barbarie ci si possa difendere insieme con lo stesso desiderio di partecipazione dimostrato questa volta.

Lino Guanciale: “Viva la democrazia e congratulazioni a chi ha vinto”

A volte può essere controproducente per un personaggio dello spettacolo schierarsi politicamente a favore di una parte piuttosto che di un’altra ma Lino Guanciale non ha avuto paura di metterci la faccia. Negli anni il suo impegno politico è stato costante e, durante la sua carriera, ha sempre scelto di confrontarsi con testi dal contenuto etico, politico e morale. Il lungo sfogo di Guanciale , qualche tempo fa, ne è la dimostrazione. Lino Guanciale attualmente è sul set de “I Peggiori”, un film per il cinema e presto tornerà in televisione con “Che Dio ci aiuti 4” e “La porta Rossa”.