X


X Factor 10: Arisa fischiata dal pubblico, lei si altera

Scritto da , il Dicembre 15, 2016 , in Personaggi Tv Tag:,
foto Arisa

Arisa fischiata dal pubblico durante la finale di X Factor 10

Non è stata una buona serata per Arisa, giudice di X Factor 10, la quale non solo è arrivata alla finale senza nessun concorrente, ma è stata più volte criticata e fischiata dal pubblico del Mediolanum Forum. La prima volta è successo in seguito al suo commento nei riguardi della performance dei Soul System insieme a Giusy Ferreri e Baby K, i quali hanno cantato il successo di questa ultima, Roma-Bangkok. Nonostante i complimenti di Alvaro Soler e Fedez, la critica di Arisa è stata che, secondo lei, con artiste come la Ferreri gli altri sul palco sono praticamente passati inosservati. E il pubblico ha immediatamente fischiato al commento al veleno della cantante di Sincerità, che inizialmente ha accettato la reazione del pubblico. Più avanti è stata la volta di Eva che ha duettato con Carmen Consoli, e nonostante il commento positivo di Arisa, il pubblico l’ha fischiata nuovamente senza un preciso motivo. A tale azione, Arisa ha sbottato chiedendo ad un delegato del pubblico di salire sul palco per dirle il motivo.

X Factor 10: Arisa sommersa di fischi, ma lei non ci sta

Fedez ha presentato poi la sua pupilla Roshelle, la quale ha cantanto insieme a Clean Bandit il brano Rockabye. Riferendosi alla giovane cantante, Arisa ha affermato che il suo modo di cantare le ricordava sua sorella, e una punkabbestia di lusso. E di nuovo il pubblico ha fischiato. A questo punto è intervenuto persino il conduttore Alessandro Cattelan, il quale ha chiesto gentilmente ai presenti del Mediolanum di comportarsi bene, ma Arisa non è riuscita a trattenersi ed ha urlato al microfono:

“Basta! Ragazzi siete dei maleducati!”

Insomma, è stata una serata nera per l’artista, nonostante i fatti siano accaduti solamente all’inizio della puntata. Ricordiamo che stasera si sceglierà il vincitore di X Factor 10 tra Gaia, i Soul System, Eva e Roshelle.