X


Xenia a Ballando con le stelle: la finale dopo lo spavento in diretta

Scritto da , il Aprile 29, 2017 , in Personaggi Tv Tag:, ,
foto xenia ballando

Xenia finalista a Ballando dopo aver rischiato lo svenimento sulla pista

Xenia la fashion blogger di origini russe ha sorpreso molto i telespettatori italiani della dodicesima edizione di Ballando con le stelle. Ma chi è esattamente la bella ragazza? E’ nata in Russia nel 1987, ma è cresciuta in Svizzera, più precisamente a Lugano da quando aveva appena compiuto 6 anni. Si è pagata gli studi di economia lavorando come modella e presentatrice. E per un breve periodo ha cercato di lavorare proprio in finanza, ma si è accorta molto presto che il suo percorso lavorativo sarebbe stato altrove. A quel punto ha creato un fashion blog dal nome “Chic Overdose”, con il quale ha avuto un successo incredibile. Successo che ha ottenuto anche nel talent vip condotto da Milly Carlucci, dove ha incantato la giuria, ma anche i telespettatori, con le sue esibizioni in coppia con Raimondo Todaro.

Ballando con le stelle: Xenia pronta per la finalissima

E proprio per questo motivo è riuscita a conquistare la finalissima di Ballando con le stelle. Ma quest’ultima ha fatto anche molto preoccupare perchè durante la semifinale della scorsa settimana è quasi svenuta in diretta su Rai Uno, dopo avere incontrato il fratello, venuto direttamente dalla fredda Siberia per riabbracciarla. Ma c’è anche da evidenziare che l’emozione di quell’incontro ha molto stupito il pubblico da casa, tanto da far pensare che potrebbe aggiudicarsi la vittoria finale. Inoltre c’è da segnalare che per Xenia questo non è stato proprio un periodo facilissimo, perchè da poco ha perso il padre, e forse è anche per questo che si è emozionata così tanto nel vedere il fratello. E chissà che questa sorpresa non abbia dato la giusta carica a Xenia per aggiudicarsi la vittoria della dodicesima edizione di Ballando, beffando gli altri agguerritissimi finalisti. Appuntamento tra qualche ora per scoprire chi sarà il vincitore.