Paolo Bonolis e Conti: testa a testa tra Tale e Quale e Scherzi e Parte

By on novembre 10, 2018
Foto Paolo Bonolis Carlo Conti Autunno 2018

Carlo Conti e Paolo Bonolis: pareggio in share con Tale e Quale e Scherzi a Parte

Venerdì 9 novembre il debutto della nuova edizione di Scherzi a Parte ha fatto registrare ottimi ascolti. La prima puntata è stata seguita da 3.784.000 telespettatori, pari al 20,3% di share. È innegabile: quando un conduttore molto amato come Paolo Bonolis incontra una trasmissione molto socializzata l’effetto è bomba. Il programma ha pareggiato in termini di share con la seconda puntata di Tale e Quale Show – Il Torneo di Carlo Conti: il varietà è stato seguito da 4.103.000 telespettatori, mentre Scherzi a Parte da 3.784.000 telespettatori. Il successo di Scherzi a Parte, capitanato per la seconda volta da Bonolis, non è stato solo televisivo ma anche virale, riuscendo a conquistare tutti i social. Era stata presentata sulla carta come un’edizione rivoluzionaria con scherzi innovativi, basati anche su una accurata analisi della personalità delle vittime. I telespettatori hanno potuto seguire per la prima volta il dietro le quinte e tutte le fasi degli scherzi: dall’ideazione ai colloqui con i complici, dall’organizzazione ai sopralluoghi, fino alla realizzazione. I telespettatori, sui social, hanno definito gli scherzi molto frettolosi nella loro riuscita, nonostante l’ottimo montaggio, e le reazioni delle vittime sono state inferiori alle aspettative. Nelle precedenti edizioni c’era più goliardia e un’atmosfera gioiosa che il telespettatore non ha ritrovato nella prima puntata. Bonolis si riconferma un mattatore per eccellenza e un ottimo padrone di casa, oltre che un uomo di grande cultura, riuscendo a coniugare l’ironia legata alla beffa con riferimenti letterari e filosofici.

Scherzi a Parte: ottimo esordio per Paolo Bonolis. Vince di poco Carlo Conti

Paolo Bonolis ha fatto il suo debutto in questa nuova stagione televisiva venerdì 9 novembre al timone di Scherzi a Parte. Il conduttore è riuscito a fare da collante, senza spezzare il ritmo della puntata, e i monologhi hanno aiutato la narrazione delle candid. La prima puntata ha avuto un pareggio in termini di share con Tale e Quale Show – Il Torneo, facendo segnare il 20,3%, ma il varietà di Carlo Conti ha fatto registrare 319.000 telespettatori in più. Lo scherzo a Barbara D’Urso con la complicità del figlio Emanuele ha riscosso particolare successo sui social ed è stato impreziosito dall’alternanza tra l’onda e il fuori onda mentre si trovava a condurre l’ultima puntata della scorsa stagione di Domenica Live. Questo ha permesso al pubblico di vedere, per la prima volta, cosa fa la D’Urso durante gli stacchi pubblicitari dietro le quinte. Lo scherzo ad Adriano Pappalardo è stato fortemente criticato. Il cantante è stato convinto, dietro un cachet di 4.500 euro, a fingere di essere un amico di un defunto sconosciuto. Nel corso della cerimonia funebre, Pappalardo si è esibito e ha fatto finta di avere avuto una forte amicizia con l’uomo. A detta dei telespettatori, Adriano non doveva accettare di prendere in giro tutti i cari del defunto presenti in Chiesa: “Pappalardo proprio squallido! Pur di prendere l’assegno va a fare il finto affranto al funerale di un perfetto sconosciuto”. Questa candid non è stata apprezzata e i commenti negativi sono stati davvero tanti.

Carlo Conti vince con Tale e Quale: ottimo debutto per Bonolis con Scherzi a Parte

La seconda puntata di Tale e Quale Show – Il Torneo con Carlo Conti ha vinto in termini di spettatori lo scontro con il debutto di Scherzi a Parte con Paolo Bonolis sulla rete ammiraglia del Biscione. Ospite speciale della puntata è stato Luca Argentero, impegnato come quarto giudice, accanto a Vincenzo Salemme, Loretta Goggi e Giorgio Panariello. A vincere la seconda puntata del Torneo è stato Federico Angelucci con una eccezionale performance nei panni di Liza Minelli, con il classicone “New York New York”. La somiglianza è stata incredibile, la voce perfetta. Una esibizione cha puntato alla vittoria e ha scatenato il pubblico in studio e a casa. A complimentarsi con il cantante è stato anche Marco Carta sui social:

“Sei stato bravissimo! Assurdo e identico!”.

Marco si è anche complimentato con Filippo Bisciglia che ha interpretato Rino Gaetano sulle note di “A Mano a Mano”.

About Marco Santoro

Laureando all'Università Kore di Enna, frequenta il corso di Scienze e Tecniche Psicologiche. Come autore radiofonico ha firmato undici programmi, come produttore e conduttore è stato on air a Generazione Talenti, intervistando i ragazzi di Amici e di altri talent. Gestisce i siti di un'orchestra siciliana e di un cantante italiano. È impegnato nella presentazione di spettacoli e in attività manageriali.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *