X


Reazione a Catena: momenti di paura per i campioni, i Tre Forcellini

Scritto da , il 28 Giugno, 2019 , in Programmi Tv
foto Tre Forcellini, 28 giugno

Tre Forcellini: intesa vincente con il fiato sospeso per i campioni di Reazione a Catena

Hanno temuto davvero di perdere i Tre Forcellini nella puntata di Reazione a Catena di oggi, venerdì 28 giugno 2019: Alessandro, Gianluca e Simone, campioni in carica da oltre una settimana ormai, pur giocando un’intesa vincente da record, con ben 21 risposte esatte, sono stati insidiati dagli sfidanti, gli Spazza Via. Daniel, Riccardo e Paolo, come sottolineato dal padrone di casa Marco Liorni, si sono infatti allenati molto prima della registrazione di Reazione a Catena, motivo per il quale, essendo velocissimi durante il penultimo gioco, hanno perso di un soffio la possibilità di spostare i campioni, più volte inquadrati con un’espressione piuttosto tesa.

Marco Liorni si complimenta con gli Spazza Via, sfidanti dei Tre Forcellini a Reazione a Catena

Riuscendo a superare i Tre Forcellini a livello di montepremi, gli Spazza Via hanno giocato per ultimi all’intesa vincente ma, nonostante la loro velocità e la loro preparazione, il tempo è stato tiranno infatti, giunti alla dodicesima risposta, con circa 10 secondi rimasti a loro disposizione, hanno scelto di giocare uno dopo l’altro i due raddoppi a disposizione, sbagliando però il secondo. L’errore, arrivato a meno di 5 secondi dal gong, ha tolto loro ogni possibilità di raggiungere i 21 punti ottenuti dai Tre Forcellini, che si sono quindi riconfermati campioni di Reazione a Catena. E Marco Liorni non poteva non complimentarsi con gli avversari, prima di passare al gioco dell’ultima catena con i campioni.

Reazione a Catena: i Tre Forcellini difendono il titolo di campioni e vincono ancora

E la puntata di Reazione a Catena di stasera non poteva finire meglio per i Tre Forcellini: i campioni, indovinando la parola “PICCOLO” da “PESCE” e “MONDO”, hanno infatti portato a casa 13.875 euro, chiudendo la trasmissione tra i salti di gioia, dopo la gaffe commessa durante l’intesa vincente qualche giorno fa.