X


Io e Te: Andrea Roncato scoppia in lacrime. La reazione di Diaco

Scritto da , il agosto 21, 2019 , in Interviste
Foto Andrea Roncato Pierluigi Diaco

Io e Te: Andrea Roncato piange e Pierluigi Diaco lo abbraccia

Si è aperto anche oggi il salotto di Io e Te con Pierluigi Diaco e la partecipazione di Valeria Graci (la regina dei sorrisi) e Sandra Milo (la regina dei sentimenti). Oggi il conduttore ha intervistato l’attore Andrea Roncato il quale è stato diverse volte come opinionista durante i vari talk. Volendogli restituire dignità, Diaco ha deciso di concedergli una lunga intervista che non è stata scevra di emozioni e lacrime. Proprio Andrea Roncato è scoppiato in lacrime a Io e Te dopo aver letto la poesia che scrisse per il padre morto e che non gli diede mai (la mise, invece, nella cassa della madre prima di seppellirla). Pierluigi Diaco si è alzato dalla sedia e lo ha abbracciato.

Pierluigi Diaco a Io e Te confessa: “Certe cose si fanno per convenienza”

Non è stato solo cinema e teatro, Andrea Roncato, visto che ha bazzicato nella sua lunga carriera (anche televisiva) la tv commerciale. Su questo punto ha voluto esprimersi chiaramente anche il conduttore Pierluigi Diaco a Io e Te (il primo ad aver bazzicato quei salotti che apostrofa con aria di sufficienza): “Ho inzuppato il biscotto in quella tv commerciale, ho fatto l’opinionista, si deve pur vivere e mangiare” concludendo col dire che “certe cose si fanno per convenienza di portaofogli, non per convinzione. Bisogna essere leali e sincere”. Anche Andrea Roncato si è detto d’accordo.

Andrea Roncato a Io e Te: Pierluigi Diaco rimprovera Santino Fiorillo

Ieri Pierluigi Diaco ha difeso Pippo Franco da una certa critica benpensante mentre oggi a Io e Te ha intervistato Andrea Roncato che si è sentito dire da Santino Fiorillo “Avrei voluto essere la tua perpetua”. Il conduttore, dopo essersi coperto la faccia, lo ha rimproverato invitandolo alla sobrietà visto che sono in onda su Rai1.

About Denis Bocca

Critico cinefilo (non tutti lo sono) molto radical e poco chic. Non crede in Dio, ma in Al Pacino. Le sue passioni formano un trittico indissolubile: cinema, letteratura, televisione. Caporedattore de LaNostraTv dal 2017 (già Vicecaporedattore nel 2016), scrive anche per tre siti di cinema tra cui il suo (Scrivenny 2.0). Con LaNostraTv ha trovato lo spazio ideale per scrivere di televisione, finalmente.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *