X


Piero Chiambretti #CR4, Platinette: “Pubblico stanco di liti e scandali”

Scritto da , il 26 Dicembre, 2019 , in Programmi Tv
Foto Piero Chiambretti Platinette

Platinette dice la sua su Piero Chiambretti e #CR4 – La Repubblica delle Donne

La televisione è in crisi da molti anni, non riesce a reinventarsi, e chi ha ormai raggiunto l’apice del successo si siede sugli allori senza più tentare alcuna rivoluzione. Basti pensare che ci sono ancora molte persone che, con fare nostalgico, ripensa al grande varietà, chiedendone a gran voce il ritorno; peccato che gli artisti di una volta, ora come ora, non ci sono. Piero Chiambretti con il suo #CR4 – La Repubblica delle Donne offre uno spaccato di televisione goliardico dove liti e scandali sono all’ordine del giorno. Nella rubrica tenuta su DiPiù Tv Platinette (Mauro Coruzzi) dice la sua sul programma: “E’ la ripetizione di un panorama televisivo che si incarta su se stesso. I risultati sono tutt’altro che lusinghieri, non si arriva a novecentomila telespettatori”.

Piero Chiambretti, Platinette (Mauro Coruzzi) dichiara: “E’ un domatore troppo buono”

Uno dei programmi più divertenti del panorama televisivo italiano è senza dubbio #CR4 – La Repubblica delle Donne dove Piero Chiambretti settimana dopo settimana porta sul piccolo schermo le sue donne: chi nel ruolo di opinioniste, chi di ospiti, chi di ministre. Iva Zanicchi, Antonella Elia e Lory Del Santo sono solo alcune delle ministre chiamate a discutere dei temi scottanti della settimana. Ma c’è anche spazio per gli uomini come Cristiano Malgioglio, che battibecca simpaticamente con il padrone di casa e che ha avuto un problema, e Massimo Lopez che veste i panni della Monaca di Monza. Platinette sulla pagine del settimanale DiPiù Tv ha fatto un’ammissione su Piero Chiambretti: “E’ un domatore troppo buono ed è inoffensivo davanti alle tigri che mette in trasmissione”.

#CR4 – La Repubblica delle Donne, parla Platinette: “Manca il morso d’autore”

A #CR4 – La Repubblica delle Donne, stando alle parole di Platinette, “manca il morso d’autore. Tanto varrebbe che Piero Chiambretti migrasse su Canale5. Se la seconda serata diventasse un’alternanza tra Live e #CR4?”.