X


GF Vip, ex concorrente contro Elisa De Panicis: “Il pudore non esiste più?”

Scritto da , il 16 Aprile, 2020 , in Grande Fratello
foto di Salvo Veneziano e Elisa De Panicis

Salvo Veneziano, nuovo attacco a Elisa De Panicis: “Ma il pudore non esiste più?”

Tutto farebbe pensare che Salvo Veneziano non sia riuscito a digerire il modo in cui è andata a finire la sua esperienza al Grande Fratello Vip 4. Anche se ha più volte affermato di essersi pentito del proprio comportamento, che gli costò l’esclusione per squalifica dalla Casa, pare sia convinto di aver ricevuto un trattamento troppo duro, non il linea con quello ricevuto da altri concorrenti del reality. Con il dente avvelenato, quindi, torna, in un lungo post sui social, a tirare in ballo la vicenda incriminata e, inevitabilmente, Elisa De Panicis. Le parole che Salvo aveva indirizzato alla influencer, a suo avviso, non sarebbero bastate a costargli la squalifica se lei non avesse fatto della retorica usando la propria famiglia. Elisa aveva sostenuto che il padre di 70 anni potesse scandalizzarsi per le parole di Salvo. Quest’ultimo si chiede: Ma il pudore non esiste più?

GF Vip 4, Salvo Veneziano ancora contro Elisa De Panicis: “Ma tuo padre non guarda il tuo profilo instagram?”

Secondo Salvo Veneziano, ex concorrente del Grande Fratello Vip 4, più che le parole che gli costarono l’eliminazione, indirizzate a Elisa De Panicis, motivo di vergogna sarebbe la condotta tenuta sui social da quest’ultima. In un lungo post pubblicato sui social, Salvo ci va giù pesante:

Ma tuo padre e i tuoi nipoti non rimangono sconvolto quando guardano il tuo profilo instagram? Non sono rimasti sconvolti quando, al GF, eri sempre col seno di fuori?

GF Vip, Salvo Veneziano sulla squalifica: “Sono stato massacrato pubblicamente”

A mesi dalla squalifica Grande Fratello Vip, Salvo Veneziano non ha ancora digerito e torna a parlarne sui social. Non è l’unico ex concorrente a tornare, in questi giorni, su questioni irrisolte. Salvo non riesce a dimenticare il trattamento ricevuto e lo dichiara pubblicamente:

Sono stato massacrato pubblicamente come fossi il Mostro di Firenze e la cosa non mi va giù.