X


Vieni da me, Emanuela Aureli confessa a Caterina Balivo: “Ho sofferto”

Scritto da , il 26 Maggio, 2020 , in Interviste
foto Emanuela Aureli a Vieni da me

Emanuela Aureli a Vieni da me confessa a Caterina Balivo: “Ho sempre sofferto per amore”

Emanuela Aureli ed il marito Sergio Di Falco sono stati ospiti nella puntata di oggi, 26 maggio, di Vieni da me ed hanno risposto alle domande al buio di Caterina Balivo. La padrona di casa, nel mostrare all’attrice comica una clip con le sue imitazioni, comprese quelle a Festa Italiana, talk condotto qualche anno fa dalla stessa Balivo, le ha ricordato come in quel periodo lei stesse male per la fine di una sua storia d’amore. Ebbene Emanuela Aureli ne ha approfittato per confessare: “Ho sempre sofferto per amore”. Fortunatamente però adesso le cose per lei sono totalmente cambiate, da anni infatti è felicemente sposata con Sergio Di Falco ed i due hanno anche un figlio.

Vieni da me, Emanuela Aureli su Il cantante mascherato ammette: “Esperienza bellissima”

Emanuela Aureli ha mostrato il suo talento nelle imitazioni in molte trasmissioni sia in Rai che in Mediaset, Tale e Quale Show, Ballando con le stelle e prima ancora a Buona Domenica di Maurizio Costanzo, quest’ultimo tra l’altro ospite nella puntata di oggi. Il programma però in cui si è mostrata se stessa ed è riuscita ad emergere con la sua personalità è Il cantante mascherato. Trasmissione condotta da Milly Carlucci è andata in onda a gennaio. Su questa esperienza Emanuela Aureli a Vieni da me ha ammesso: “Esperienza bellissima” e poi ha concluso con una battuta:

“La sera in cui sono stata eliminata e scoperta lui (il marito) era presente perché si era già capito che ero io: io e la maschera del Pavone avevamo lo stesso naso!”

Caterina Balivo, Emanuela Aureli a Vieni da me: “Ho riscoperto il valore dello stare insieme”

Emanuela Aureli, infine, ha concluso la sua intervista a Vieni da me raccontando come ha trascorso questa quarantena insieme alla sua famiglia. A Caterina Balivo ha infatti ammesso:

“Nostro figlio ha riscoperto la nostra presenza costante, il valore dello stare insieme di condivedere tutto, è un aspetto positivo”