X


Claudio Lippi ammette a La prova del cuoco: “Comincio a essere stufo”

Scritto da , il 5 Giugno, 2020 , in Personaggi Tv
foto di Claudio Lippi stufo

La prova del cuoco, Claudio Lippi ammette: “Comincio a essere un po’ stufo di tutto”

Pochi minuti fa, Elisa Isoardi ha aperto con la consueta solarità la puntata di oggi, venerdì 5 giugno, de La prova del cuoco. Da quando la trasmissione è ricominciata però, dopo diversi rinvii a causa del coronavirus, la conduttrice aveva sempre subito passato la parola a un altrettanto sorridente Claudio Lippi. Quest’oggi, invece, si è intrattenuta con i due cuochi della prima sfida e, quando finalmente ha interrogato il collega, quest’ultimo è apparso un po’ spento. Claudio Lippi ha augurato a tutti un buongiorno un po’ mesto e poi ha ammesso:

Comincio ad essere un po’ stufo della… di tutto.

Subito dopo, però, il co-conduttore de La prova del cuoco è corso ai ripari:

Cioè, di tutto, nel senso: l’abbraccio, a me manca l’abbraccio.

Un episodio magari da niente, ma che a noi ha lasciato l’impressione di un malcontento, non per forza legato alle sorti della trasmissione.

Claudio Lippi fa una gaffe a La prova del cuoco: “Buona settimana! Ah no, è venerdì”

E’ apparso decisamente più spento del solito pochi minuti fa Claudio Lippi nell’inizio della puntata di oggi de La prova del cuoco. Con un volto quasi sofferente ha prima ammesso di essere un po’ stufo e poi ha augurato agli spettatori a casa:

Buona settimana! Ah no, è venerdì… No, sai cos’è? Che nella testa si stanno cercando di sposare…

Il conduttore non è però riuscito a terminare il periodo, perché la regia de La prova del cuoco ha mandato in onda una canzoncina il cui ritornello, “Dai che ce la fai”, lo ha distratto.

La prova del cuoco, Elisa Isoardi corregge Claudio Lippi: “Ma no, ma di tutto no”

Nella puntata di ieri, Claudio Lippi ed Elisa Isoardi avevano parlato di un’invenzione de La prova del cuoco. Nella puntata di oggi, invece, quando Claudio Lippi ha detto di essere stufo un po’ di tutto, Elisa Isoardi lo ha subito corretto: “Ma no, ma di tutto no”.