X


Io e te, Katia Ricciarelli sul suo ruolo: “Non ci sarà un copione”

Scritto da , il 1 Giugno, 2020 , in Interviste
foto_katia_ricciarelli_domenica_in_confessione_sono_segregata

Io e te, Katia Ricciarelli fa delle anticipazioni sul suo ruolo: “Non amo essere telecomandata”

Oggi inizia la nuova stagione di Io e te con Pierluigi Diaco, che verrà affiancato da Katia Ricciarelli. Il soprano ha provato ad anticipare qualcosa sul suo ruolo in un’intervista su Libero, anche se lo spazio a lei riservato dovrebbe riguardare soprattutto la posta del cuore. Ma Katia Ricciarelli su Io e te e sul suo ruolo ha precisato:

“Il mio ruolo lo capirò bene quando andremo in onda. So solo che affiancherò Pierluigi Diaco all’inizio e nella rubrica dedicata agli animali, per poi rispondere alla posta dei lettori. Non ci sarà un copione vero e proprio e la cosa mi piace molto perché non amo essere telecomandata.”

La posta dei lettori, che risulta essere spesso stucchevole, si preannuncia nel programma Io e te, invece, all’insegna della vitalità, come precisato dalla Ricciarelli.

Katia Ricciarelli spiega le rubriche di Io e te, e sugli anziani: “E’ fondamentale sapere che qualcuno ha bisogno di loro”

Nel corso dell’intervista Katia Ricciarelli ha spiegato la presenza di alcuni spazi ideati nel programma Io e te, come la rubrica degli animali e l’attenzione posta sugli anziani. Quando la giornalista ha chiesto chiarimenti sulla rubrica dedicata agli animali, visto che si tratta di un programma perlopiù dedicato all’amore, Katia Ricciarelli ha detto: “Gli animali se la meritano eccome! Io per esempio non sarei riuscita a superare facilmente i due mesi di isolamento senza la mia cagnolina Ciuffi”. Mentre, per quanto riguarda il ruolo degli anziani la Ricciarelli si è così espressa: “Per le persone anziane è fondamentale sapere che qualcuno, come i propri figli o nipoti, ha ancora bisogno di loro. Molte persone si spengono quando vanno in pensione, quindi ben venga avere delle responsabilità. A patto però di non approfittarsene: non va bene chiedere troppo ai nonni”.

Katia Ricciarelli e lo sconforto per la crisi del settore della lirica: “Siamo davanti a una tragedia”

Anche se oggi Katia Ricciarelli affiancherà Pierluigi Diaco in Io e te che, come preannunciato dal conduttore si appresta a regalare serenità, il pensiero e il cuore della soprano sono sempre rivolti al mondo della lirica, economicamente distrutto dall’emergenza coronavirus. Durante l’intervista Katia Ricciarelli ha esternato la sua preoccupazione: “Siamo davanti a una tragedia perché i cantanti lirici sono morti senza il pubblico. Gli spettatori sono il nostro motore, altrimenti è come avere una Ferrari e guidare in uno spiazzo di 100 metri. Si soffre”.